L’architettura è complessa, di classe e coesa, tutto in una volta. E una testimonianza di ciò è la ditta dell’anno A + Awards – BIG e il suo lavoro nella sede dell’iconico orologiaio svizzero Audemars Piguet a Le Brassus, una piccola città situata nel cuore della Vallée de Joux in Svizzera .


Nel suo avatar rinnovato, il padiglione di 25.800 piedi quadrati presenta un museo , uno il cui design è pubblicizzato come un “vortice di vetro poetico”.
Concepito come un “punto di riferimento per la precisione” incorporato nel paesaggio alpino, lo spazio a spirale ospita sale, gallerie e officine, inclusa una parte dell’officina dove ha avuto inizio l’azienda.
Le spirali intrecciate del progetto contengono una successione di gallerie e workshop, in cui “i tre workshop diventano adiacenti, formando uno spazio di lavoro continuo circondato da gallerie”.
Nel complesso, la struttura presenta un uso intelligente di vetro, ottone e materiali in calcestruzzo, con interni che vantano linee rette ed elementi di legno caldo e superfici in pietra.


Commentando il design, Audemars ha dichiarato: “La forma e il vetro del design del museo ti consentono di scoprire immediatamente il paesaggio, i cambiamenti nella luce attraverso la valle – puoi vedere da dove provengono gli orologi”, aggiungendo ulteriormente, “It è stato davvero amore a prima vista per il design di BIG. Bjarke ha avuto lo spirito di cosa, chi e dove siamo ma in modo globale. È un edificio molto distinto ma discreto. ”

ADS