Risultati immagini per Sanremo 2019, conferenza stampa: ufficiali Bisio e Raffaele foto

Il Festival di Sanremo 2019 entra nel vivo con la conferenza stampa dei conduttori e quindi del direttore artistico Claudio Baglioni, affiancato da Virginia Raffaele e Claudio Bisio. I nomi sono stati annunciati pochi giorni fa, ma ora, con le foto prima della conferenza stampa, la ‘squadra’ è ufficiale. La 69esima edizione del Festival andrà in onda su Rai 1 dal 5 al 9 febbraio in diretta dal Teatro Ariston. Alla presentazione anche il neo direttore di Rai1, Teresa De Santis, il vice direttore e responsabile dell’intrattenimento della rete ammiraglia, Claudio Fasulo, il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri. Tra gli ospiti annunciati Andrea Bocelli con il figlio, Giorgia, Elisa. Intanto il Festival corteggia Checco Zalone.

“Fratello sole e sorella luna”

Bisio e Raffaele come “fratello Sole e sorella Luna”: così Claudio Baglioni ha definito i due compagni di avventura. Sul numero dell’edizione dice che “il 69 richiama anche lo ying e lo yang, l’avvicinamento degli opposti, che insieme formano l’accordo”

“La canzone è la stella polare”

“Ci sono le conferme intorno alla centralità della musica e delle parole – ha detto Baglioni -. Combattiamo con questa forma di espressione tascabile che è la canzone, un’arte povera che riesce a creare un richiamo evocativo immediato. Cerchiamo di salvaguardarla al meglio con la squadra che si è ricompattata. La stella polare è la canzone in quanto espressione diretta”. Il direttore artistico ha aggiunto: “L’anno scorso ho riportato il festival in quella sua centralità cercando di costruire intorno un sistema gradevole e narrativo. C’è la conferma della non eliminazione. La scelta di quest’anno è ricaduta su 22 proposte che cercano di proporre la situazione attuale”.

“Pier Davide Carone? Nessuna censura”

“Da parte nostra non c’è stata nessuna censura sulle canzoni presentate”, ha sottolineato Baglioni, rispondendo a una domanda sull’esclusione del brano sulla pedofilia di Pier Davide Carone, che ha mobilitato i social. “Mi dispiace per la polemica che si è creata intorno all’esclusione di Carone insieme ai Dear Jack. Non c’è stata nessuna intenzione censoria. Quella che abbiamo stilato è sicuramente una graduatoria opinabile, ma del resto l’infallibilità non esiste. Mi è costato dire di no”. Pierdavide Carone e i Dear Jack saranno ospiti sabato 13 gennaio a ‘Non è l’Arena’ su La7, da Massimo Giletti. “Vi farò cantare”, ha assicurato il conduttore.

“Il festival non ha bisogno di ‘figurine'”

Niente ospiti internazionali, almeno per ora. “Già l’anno scorso la regola d’ingaggio al festival era che anche l’ospite arriva e porta qualcosa e non prende soltanto. Io sto aspettando ancora proposte, ma al momento non ce ne sono. Il festival è internazionale per se stesso e non ha bisogno di ‘figurine'”.

“Forse ci sarà Zalone”

Ma potrebbero esserci sorprese sugli ospiti italiani, dice Bisio. “Vogliamo fare gruppo, tante cose insieme io e Virginia ma anche io, Virginia e Claudio. Ma ci saranno ospiti anche non canori: non posso fare nomi ma solo cognomi. Forse Zalone, se torna dal Kenya in tempo, perché sta facendo un film”.

“Il palcoscenico più grande della storia”

Novità sulla scenografia. Quest’anno all’Ariston “avremo il palcoscenico più grande nella storia del Festival – prosegue il direttore artistico -. Nella scenografia disegnata da Francesca Montinaro, che riempiremo con un potentissimo impianto di fotografia e illuminotecnica di Mario Catapano e la regia di Duccio Forzano”. Baglioni ha anche sottolineato che l’orchestra tornerà ad essere in una sorta di ‘buca armoniosa, ondulante’. A proposito del palcoscenico è intervenuto anche Claudio Fasulo, vice direttore di Rai1 e responsabile dell’organizzazione del Festival, precisando che comunque non ci sarà una riduzione dei posti a sedere in platea.

Di seguito i big in gara (con le loro canzoni):

Arisa – Mi sento bene
Loredana Bertè – Cosa ti aspetti da me
Boomdabash – Per un milione
Federica Carta e Shade – Senza farlo apposta
Simone Cristicchi – Abbi cura di me
Nino D’Angelo e Livio Cori – Un’altra luce
Einar – Parole nuove
Ex-Otago – Solo una canzone
Ghemon – Rose viola
Il Volo – Musica che resta
Irama – La ragazza con il cuore di latta
Achille Lauro – Rolls Royce
Mahmood – Soldi
Motta – Dov’è l’Italia
Negrita – I ragazzi stanno bene
Nek – Mi farò trovare pronto
Enrico Nigiotti – Nonno Hollywood
Patty Pravo con Briga – Un po’ come la vita
Francesco Renga – Aspetto che torni
Daniele Silvestri – Argento vivo
Anna Tatangelo – Le nostre anime di notte
The Zen Circus – L’amore è una dittatura
Paola Turci – L’ultimo ostacolo
Ultimo – I tuoi particolari