Ricordando l’epoca gloriosa dell’antica città d’oro, il Royal Mirage Dubai è un lussuoso resort progettato per evocare le tradizioni beduine nello stile sontuoso di sceicchi e sultani

Dubai condivide uno skyline scintillante con Singapore e un coro di giri motore da Lamborghini e Ferrari super car, quindi quando la navetta dell’aeroporto è entrata all’ingresso sobrio della One and Only Royal Mirage Dubai, non ci aspettavamo del tutto percorri la strada fiancheggiata da palme che conduce a un piccolo ponte che si apre in uno splendido cortile che ricorda l’eredità degli Emirati Arabi Uniti.

Storicamente, i cammelli negli Emirati Arabi Uniti erano un’immensa fonte di valore sociale ed economico, fornendo non solo i trasporti ma anche cibo e latte. Quindi, le sculture del Camel Group di Danie de Jager che rendono il settetto di creature in oro simboleggiano la tradizione beduina di Dubai del commercio di metalli preziosi e la placca “Finalmente l’acqua” – gioca sull’omonimo di One & Only Dubai – Royal Mirage.

 

 

“FINALMENTE L’ACQUA”. – UNA TARGA CHE RAPPRESENTA LA SCULTURA DI “CAMEL GROUP” DI DANIE DE JAGER AL ROYAL MIRAGE

L’installazione in bronzo dipinto a oro di sette nomadi (uno per ciascuno degli Emirati Arabi) raffigura i viaggiatori che arrivano, infine, in un’oasi, che 30 minuti adiacenti alla città e situata in uno spazio recuperato dal deserto arabo.

Detto questo, l’impeccabile resort di lusso One & Only è piacevolmente isolato dal resto della città anche se i grattacieli torreggianti di Dubai sono ancora visibili dalla piscina vicino al tratto privato di Jumeirah Beach È un indirizzo tentacolare, composto da tre ali a vari livelli di alloggio di lusso: il Palace, il Residence & Spa e l’Arabian Court.

La produzione e il commercio di fragranze come l’incenso e la mirra negli Emirati Arabi Uniti sono iniziati molto tempo fa ed erano importanti tanto quanto l’olio oggi. entrando nella hall, i profumi dell’incenso che brucia segnalano immediatamente il tuo arrivo in un soggiorno di lusso intriso di tradizione e tradizione. Adatto per uno sceicco o un sultano, gli archi curvi e smerlati e le cornici delle finestre abbinate, i pavimenti in marmo decorato o piastrellati, il mix di giochi d’acqua corrente e acquatica e lussuosi mobili si aggiungono alla maestosità araba.

Le 452 camere e suite del Palace enfatizzano il design arabo, distribuito su tutte le ali, tra cui l’Arabian Court, e le sezioni Residence & Spa (per inciso nel portfolio Leading Hotels of the World), ogni camera con Palm Island Bay o balconi con vista sul giardino con le camere al piano terra si aprono direttamente a bordo piscina (per inciso, ci sono quattro piscine, sicuramente non ti ritroverai a lamentarti dell’incapacità di abbronzarti) e l’area della spiaggia.

9 ristoranti / bar su tre ali, Olive at The Palace, è il ristorante principale dove la colazione a buffet serve una tempesta di delizie intercontinentali e dell’Asia orientale. La gastronomia è abbinata all’esperienza attraverso la migliore spa della classe – il famoso Health & Beauty Institute includeva una tradizionale Hamman Experience – la prima nella moderna Dubai, strutture per la palestra dotate di stazioni statiche, macchine per pesi e pesi liberi; se questi servizi non fossero sufficienti, gli ospiti sono invitati a utilizzare le strutture della struttura gemella sul Palm Jumeirah (quella disposizione artificiale di sputi di sabbia artificiale progettata per assomigliare a una palma) tramite una barca navetta gratuita.

Oltre alla musica allegra sulla spiaggia al calar del tramonto, l’atmosfera del One & Only Royal Mirage è per lo più serena, adatta a uomini d’affari e romantici. Il palazzo fu costruito nel 1999 (e rinnovato alcune volte da allora) e parecchi anni dopo, la sua corte gemella e le ali dei residenti, ognuna ha un profumo e una sensibilità diversi, ma ogni tema intimo è evocativo di decorazioni e mistica arabe.

ADS