Ispirato a un evento che ha cambiato la moda come lo conosciamo da sempre, lo spettacolo TommyNow della primavera 2019 è stato una celebrazione funky ed euforica di diversità e storia.
Grazia freakin 'Jones!  Foto: Imaxtree

Grazia freakin ‘Jones! Foto: Imaxtree

Nel mese di ottobre, Tommy Hilfiger ha annunciato che l’attrice, cantante e modella di 22 anni Zendaya è stata scelta come nuovo ambasciatore e collaboratrice globale della donna per la sua collezione TommyNow primavera 2019 , soprannominata ufficialmente Tommy x Zendaya. La giovane bellezza è stata una scelta brillante per il marchio del mercato di massa: non solo si è affermata come una ragazza cara con le sue scelte del tappeto rosso senza paura (grazie in gran parte alla sua collaborazione con lo stilista Law Roach ), è un’attivista schietta che usa la sua piattaforma (di 54,4 milioni di follower e contatori di Instagram) per far luce sulle questioni che le stanno a cuore.

In particolare, Zendaya ha ripetutamente espresso l’importanza del movimento Black Lives Matter, così come della rappresentazione razziale nella cultura pop. Così quando è arrivato il momento per lei di mettere insieme una sfilata per la capsula di Tommy x Zendaya – che è stata messa in scena sabato sera al Theatre des Champs-Elysees di Parigi – ha messo la diversità in prima linea. Caratterizzato da un cast di modelli all-Black, l’evento è stato ispirato dalla leggendaria sfilata della Battaglia di Versailles del 1973, che ha segnato una svolta importante nella storia del settore: la leggendaria resa dei conti, tenutasi presso il Palazzo di Versailles, ha portato francese e Progettisti americani testa a testa, alla fine aumentano la visibilità e la credibilità della moda statunitense, che fino a quel momento era stata considerata inferiore.

Foto: Imaxtree

Foto: Imaxtree

L’inclusività è stata la chiave, dato che i modelli di età compresa tra i 18 ei 70 anni e di tutti i tipi di corporatura hanno visto i loro momenti sotto i riflettori. L’abbigliamento, che spaziava dal denim a vita alta, a gamba larga e adatto per le tute avvolgenti alla curva e gli abiti scintillanti e scintillanti per una serata di ballo, piacerà sicuramente a qualsiasi cliente innamorato dello stile anni ’70 – sia che si tratti di un Gen Il fan di ZZendaya che lo sta scoprendo per la prima volta, o un acquirente più anziano che ha provato queste tendenze quando è arrivato per la prima volta, oppure ha avuto una madre, una zia o una nonna che lo ha fatto.

Ma nessuno di loro avrebbe potuto aspettarsi il gran finale: Grace Jones , la cantante e modella giamaicana-americana di 70 anni, ha interrotto lo spettacolo recitando al suo successo del 1981 “Pull Up to the Bumper”. Mai prima d’ora abbiamo visto un modello così incredibilmente felice da salire su un palco, o un gruppo di ospiti così dannatamente entusiasti da essere presenti.

Dopo che Jones ha fatto la sua uscita, il resto dei modelli è riemerso in t-shirt e jeans abbinati, mentre Zendaya, Hilfiger e Roach sono usciti per fare un inchino. Mentre Hilfiger ha ottenuto successi importanti con le sue collezioni TommyNow con Hadid nelle precedenti stagioni, questo nuovo capitolo con Zendaya segna qualcosa di molto più significativo per l’industria nel suo complesso. Lo spettacolo di sabato sera è stato una prova concreta del fatto che l’inclusione e la diversità nella moda dovrebbero essere una celebrazione, non un semplice passo falso post insensibile o una croce da sopportare. Hilfiger dovrebbe considerarsi molto fortunato ad avere Zendaya nella sua squadra, perché se c’è qualcuno che può diffondere questo potente messaggio alla generazione successiva, è lei.