NEW YORK, Stati Uniti – Se Lazaro Hernandez e Jack McCollough avevano bisogno di un tema per la loro nuova collezione, Joni Mitchell se lo inventò decenni fa: “Non sai cosa hai fino a quando non se ne è andato.” Il duo dissezionò capi di abbigliamento familiari e li ricostruì, lasciando il bit dispari in modo che il risultato fosse leggermente fuori. La loro intenzione era che il tuo ricordo – di un cappotto, un vestito, un maglione – riempisse gli spazi vuoti. Ora, quello avrebbe potuto essere una bella domanda, ma in realtà non ha funzionato in questo modo perché nulla era così ribelle che sembrava volutamente sbagliato. In effetti, in realtà c’era qualcosa di abbastanza romantico in un trench che scivolava di lato, una sciarpa nera attorcigliata nella sua struttura come promemoria dello spazio negativo. C’erano tutti i tipi di svolazzi come quello, zippati o abbottonati – frammenti di giacche in denim o pelle nera trasformate in bavaglini,

“Riconoscibile ma nuovo”, affermavano i designer. “Senza la stampella della tecnologia.” La loro ultima collezione, quella che segnò il loro ritorno a New York dopo un paio di stagioni che si svolgevano a Parigi, aveva una serietà da back-to-basics, ma fu annullata dall’ineluttabile sensazione che la sua la riconoscibilità era basata sul lavoro di altri designer. Qui, Hernandez e McCollough hanno fatto riferimento al proprio catalogo posteriore. “Un tuffo nel passato” lo chiamarono. Forse più di questo, perché era un prezioso promemoria della sensualità, la strana qualità non americana che ha dato al loro lavoro il suo perverso originale. Era in qualcosa di semplice come il dolcevita sinuoso, livido e ornato di piume che accompagnava una gonna nera e slanciata, impressionante come le cascate di pieghe che si snodavano asimmetriche da sotto le altre gonne o ovvie come la trincea in un lattice brizzolato e perlato.

Il modo in cui un articolo del genere si inseriva nel “guardaroba di una donna di New York” – che i designer insistevano di aver voluto creare – potrebbe essere il frutto di una congettura sfrenata, tranne che hanno anche insistito sul fatto che volevano perfezionare e perfezionare – e poi disfare. Controllo e abbandono. È una dicotomia visivamente potente in una collezione di vestiti, e Hernandez e McCollough hanno preso provvedimenti per rivendicarlo.