Prada completa la propria offerta lanciando una linea di gioielli in metalli preziosi. Il marchio di lusso, che ha sempre proposto della bigiotteria, sale di gamma con la primissima collezione di gioielli in oro fino della sua storia. La linea, curata dalla direttrice artistica della griffe milanese, Miuccia Prada, che ha avuto l’idea del progetto, sarà commercializzata dal mese di maggio in una selezione di store monomarca di Prada e sull’e-shop del brand.

Un pendente in oro della nuova linea di gioielleria del marchio italiano – Prada

“La collezione di bigiotteria funziona molto bene, ma c’erano sempre più richieste per una linea di gioielleria vera e propria”, spiegano dalla casa di moda, che segue l’attuale evoluzione dei principali marchi di lusso, i quali tendono a diversificare sempre di più il loro universo produttivo dotandosi di proprie collezioni di gioielli con un posizionamento d’alta gamma. Lo hanno fatto per esempio Gucci e Giorgio Armani, che quest’anno hanno lanciato una loro linea di alta gioielleria.

Questo nuovo segmento d’attività di Prada è gestito dall’interno, da un team appositamente creato per pilotare questo progetto. Prada mette in evidenza in un comunicato l’importante lavoro tecnico compiuto durante l’intero processo di produzione, con gioielli “realizzati in oro e diamanti 18 carati provenienti da fornitori certificati dal Responsible Jewellery Council (RJC), organismo senza scopo di lucro fondato nel 2015 per promuovere pratiche responsabili nella manipolazione dei metalli e delle pietre preziose, dalla loro estrazione alla vendita”.

La collezione, composta da orecchini, braccialetti, ciondoli e collane, propone un design pulito che si distingue per un tocco insolito. La linea riprende alcuni dei motivi giocosi che hanno caratterizzato le collezioni di prêt-à-porter e accessori di Prada negli ultimi anni, come banane, chitarre, rose, conigli e robot. Senza dimenticare il logo triangolare del marchio, anch’esso proposto su alcuni gioielli.

I pezzi sono venduti a cifre che spaziano da 580 euro (che è il prezzo di un braccialetto) a 4.000 euro; molti collier sono proposti attorno ai 2.000 euro.