Pitti Uomo 2019 tra Parka e Coat debutta la collezione di Parcoats Florence. Una crasi tra Parka e Coat. Al plurale. Un ibrido di nuova generazione. Una composizione di sangue misto che affonda le sue radici nel concetto di Famiglia, intesa come l’appartenenza a un gruppo, difendendo però la propria unicità.

Risultati immagini per Pitti Uomo 2019 tra Parka e Coat debutta la collezione di Parcoats Florence foto

Debutta a Pitti Immagine uomo 95 (Firenze, 8-11 gennaio 2019) Parcoats Florence, brand di outerwear uomo e donna prodotto da Giovanni Allegri, imprenditore di una delle famiglie chiave della storia dello sportswear italiano, con la direzione creativa di Simone Guidarelli e Masha Brigatti.

Parcoats Florence, rigorosamente Made in Italy, riflette in maniera contemporanea i valori di heritage, tailoring e sportswear in un continuo dialogo stilistico e concettuale, animato di contrasti vibranti e sublimi accordi.

La capsule collection uomo e donna autunno-inverno 2019/20, presente in Fortezza da Basso, è composta da 24 pezzi ispirati alla libertà sartoriale anni Settanta, fondata sui concetti di recupero e creatività. Tramite una decostruzione dei capispalla, che appaiono tagliati, mescolati, rimontati, vengono esaltati dettagli in accostamenti azzardati, ma dal sapore self confidence. I materiali della tradizione come il panno di lana, il casentino, il bouclé, si accompagnano a tessuti in tela di nylon e gabardine high tech, in un’idea di contaminazione globale. L’ispirazione parte dal concetto di Tapestry, con il contrasto poi dato dal tessuto: un nylon super tecnico pensato sugli esterni e sulle fodere, usato in collezione sia in all over che in piazzato, con righe di ispirazione regimental, nei toni del terra, del ceruleo e del bordeaux. La proposta cromatica, dominante e cauta allo stesso tempo, indica ottimismo e decisione senza inutili eccessi. Parcoats Florence ha un retrogusto bourgeois.

“Sono orgoglioso di presentare a Pitti Immagine uomo Parcoats Florence, visto che proprio Firenze è la culla incubatrice di tutto il progetto e dove la mia famiglia ha sempre operato raggiungendo importanti risultati internazionali nel campo dello sportswear d’alta gamma. La contaminazione, che fa parte del dna del marchio, si riflette sulla proposta, dove all’interno dei Parka si trovano dettagli tipici del Blazer e dei Trench. E questo melting pot si legge anche nel concetto stesso di collezione, pensata per i vari componenti di una Family, nella quale, sempre in maniera democratica, ognuno mantiene la sua unicità, che è alla base della forza di un gruppo”, spiega Giovanni Allegri.

Artigianale anche l’approccio alla realizzazione delle stampe: i disegni sono stati dipinti a mano in uno storico setificio di Como e sono stati volutamente non corretti dalle imprecisioni per ottenere un effetto artistico, non industriale.

Innovativa la scelta di posizionamento: l’idea del retail price è democraticamente pensata per raggiungere tutti i componenti della Famiglia virtuale che è alla base del progetto, con un range al pubblico che oscilla fra i 500 e i 1000 euro.

In linea con il mood ispiratore di Parcoats Florence, la comunicazione digital e social verterà sulle occasioni in cui la Family, dal sapore formale ma provocatorio, avrà modo di vedersi. Il racconto sarà incentrato su un prodotto contemporary, illuminato da una precisa visione in campo stilistico e sociale. Il nuovo rampollo della famiglia, che ha radici e origini lontane, ma che guarda al futuro, è Parcoats Florence.