Le donne non sono estranee alla “forma” o agli orologi sagomati (un orologio rettangolare o quadrato è un orologio sagomato). Nella foto qui, la regina Elisabetta indossa un Patek Philippe Golden Ellipse, 19 anni prima dell’inizio del Twenty-4.

Quando Thierry Stern, presidente di Patek Philippe, ha lanciato il nuovo Twenty-4 automatico da donna  a Milano, ha dichiarato che l’era per una nuova generazione di orologi meccanici da donna è stata accesa e che dopo cinque anni di ricerche, 40 prototipi e innumerevoli variazioni di design di cassa, castone e bracciale, l’ultimo Patek Philippe Twenty-4 è stata la visione del marchio di ciò che le donne desideravano: il design funzionale.

Patek-Philippe-Twenty-4-Encapsulates-Womens-Achievement-and-Progress-2.jpeg (620×400)

Il Patek Philippe della contessa ungherese Koscowicz era più una bigiotteria che un “segnatempo”, ma tuttavia è ancora un orologio da polso.

Detto questo, quando è stato introdotto per la prima volta nel 1999, l’originale Twenty-4 era già piuttosto lontano dalle solite offerte di Patek Philippe – offerto insieme a un bracciale in acciaio inossidabile, il primo riferimento Twenty-4, 4910 / 10A, è stato costruito in acciaio piuttosto resistente del solito materiale metallico prezioso come l’oro bianco o rosa. ispirato dall’orologio maschile Gondolo del 1993 – un intramontabile classico Art-Déco, il poderoso Twenty-4 femminile rispecchia l’affinità storica per le donne di successo (regine, contesse, aristocratici) – dopo tutto, la sua musa è stata presa da un modello ritornando all’era del famoso Patek “Gondolo Gang” (essenzialmente un club di tre pezzi che indossa signori con sombrero messicano apposti con la parola “Patek”) dal 1/3 di tutta la produzione di Patek Philippe che viene venduto attraverso Rio gioiellieri Gondolo e Labouriau durante la prima guerra mondiale, si potrebbe ipotizzare che l’inaugurale Twenty-4 sia stata l’ultima icona del polso femminista in cui nessuno fosse mai esistito. Questo era qualcosa in particolare per le donne, una collezione di orologi da donna a parte – non solo una versione da uomo femminilizzata, ingioiellata, “ridotta”.

Patek-Philippe-Twenty-4-Encapsulates-Womens-Achievement-and-Progress-4.jpg (634×634)

La Gondolo Gang di tre pezzi che indossa signori con sombrero messicano, alcuni dei più influenti consumatori di Patek Philippe in Brasile

Patek-Philippe-Twenty-4-Encapsulates-Womens-Achievement-and-Progress-3.jpg (630×558)

La regina Elisabetta fu un meccanico del tempo di guerra e un autista di ambulanza nella seconda guerra mondiale. Patek Philippe ha risposto alla domanda di un orologio robusto ma elegante specificamente dedicato alle donne attive

Mentre il passaggio a orologi da donna più grandi e complicati è uno sviluppo relativamente recente, la tendenza storica è stata che la maggior parte degli orologi da donna sono stati progettati per essere piccoli, elaborati set di diamanti e spesso, una combinazione di accessori da orologio, progettati per convertire o essere distaccato dal suo compagno spilla o braccialetto. Con il passare del tempo e in parte, annunciato da Patek Philippe, sia come sistema di avvolgimento senza chiave o come Twenty-4 femminile contemporaneo, altamente funzionale, multi-task e multi-situazione.

Patek-Philippe-Twenty-4-Encapsulates-Womens-Achievement-and-Progress-5.jpg (660×413)

Patek Philippe Twenty-4 rif. 4910 / 10A

Nel 1999, il Patek Philippe Twenty-4 era già innegabilmente contemporaneo. Iniziando come un modello in acciaio inossidabile, ma costantemente diventando  disponibile in oro 18k rosa e bianco. Oltre a 10 indici di ore di diamante solitario, il rif. Rettangolare 25mm x 30mm. 4910 / 10A donna Twenty-4 era in realtà abbastanza sottovalutato, a parte i caratteristici numeri romani applicati in oro bianco a 12 e 6 e l’iconico bracciale a maglie integrate che distingue il famoso orologio da donna rettangolo di Patek Philippe da ogni altro segnatempo da donna rettangolo nel settore .

Alla fine, il Patek Philippe Twenty-4 ha incorporato un cinturino in rasatutto altamente femminile con il rif. 4920R, ma era sempre guidato dal calibro E15 di quarzo ad alta precisione sistemato in una cassa impermeabile fino a 100 metri, al momento, inaudita in un orologio da donna.

Apprezzato per la sua silhouette sofisticata e per il suo impareggiabile cronometraggio, il Patek Philippe Twenty-4 con la sua finitura originale è diventato un accessorio “must have” alla fine del secolo. Oggi, l’ automatico Twenty-4 completa il viaggio di una maison e funge da allegoria storica al crescente riconoscimento delle donne di successo.