Cosa sognano le donne? Prova a dare una risposta tra rasi e cristalli Gherardo Felloni, direttore creativo di Roger Vivier alla sua seconda collezione per il marchio del lusso di borse e scarpe di proprietà del Gruppo Tod’s di Diego e Andrea Della Valle, entrambi a Parigi per la presentazione piena di suggestioni in un hotel particulier della città dove i visitatori sono andati alla ricerca di queste meraviglie d’eleganza per l’inverno prossimo.

E’ un Day Dream questo di Vivier suddiviso in sette stanze con sette sogni diversi che si possono trasformare anche in incubi: la foresta con la modella che accarezza un cucciuolo di lupo, la cucina dove trionfa il bel Roman, la stanza degli unicorni di pelouche, quella degli specchi e della vanità, la stanza di Madame Freud dove la paziente si confessa, la cantante country, la sala cinematografica dove sette donne sosia di Catherine Deneuve guardano “Belle de Jour” e sfoggiano la Beau Vivier, l’ultima borsa creata da Felloni, in tinta unita e inedito e colorato animalier.

Diego Della Valle (sx) e Gherardo Felloni al Day Dream di Roger Vivier (Foto Getty Images)
Diego Della Valle (sx) e Gherardo Felloni al Day Dream di Roger Vivier (Foto Getty Images)

I sogni sono una metafora della realtà – dice il toscano Gherardo che porta al collo come sempre un antico gioiello – Per il lancio della collezione Autunno/Inverno 19-20, la mia ispirazione viene da ciò che io credo immaginino le donne quando sognano. E qui da Vivier mi sto divertendo molto”. Guardando allo sconfinato e prezioso archivio di Monsieur Vivier Gherardo Felloni ha trovato il tacco Polichenelle, un’icona creata nel 1960 e ispirata alle calzature del Settecento e l’ha reinterpretata nel nuovo tacco che ha battezzato Courbette, bicolore, massiccio, curvo al suo interno, dall’arco sinuoso sotto la scarpa. Belli i modelli colorati, in raso anche rosa fuxia. La collezione Autunno/Inverno 19-20 di Roger Vivier vede nuove interpretazioni degli stili maschili classici, come gli stivali Viv Tex, realizzati però in materiali morbidi come il satin o il velluto, e accessoriati con una fibbia decorata di bijoux – man­tenendo uno dei codici più importanti della Maison sempre al centro dell’attenzione, e dando alla scarpa un inconfondibile tocco femminile. “Stiamo andando molto bene, le vendite nei retail ci stanno dando tanta soddisfazione – racconta Andrea Della Valle – questo nuovo corso di Roger Vivier ci sta dando tanta energia e i risultati si vedono”.

Borsa Roger Vivier
Borsa Roger Vivier
QN