Tutto pronto per la 40esima di Oroarezzo, la rassegna toscana sul mondo del gioiello che dal 6 al 9 aprile 2019 ospita, nei padiglioni di Arezzo Fiere e Congressi, oltre 500 brand del settore, incluse alcune delle eccellenze produttive dei principali poli orafi italiani.

@oroarezzo

Il salone, che quest’anno anticipa le date (per evitare la sovrapposizione con le festività religiose come Pasqua, le festività ebraiche e Ramadan), si attende la partecipazione di oltre 450 buyer da tutto il mondo.

Alla cerimonia di inaugurazione presso l’auditorium della fiera (ore 11:00) sarà presente anche il sottosegretario di stato allo sviluppo economico, Michele Geraci, insieme ad autorità locali, al Presidente di IEG, Lorenzo Cagnoni, e all’amministratore unico di Arezzo Fiere e Congressi, Sandra Bianchi.

Tra le novità di questa edizione è stato organizzato, da IEG e in collaborazione con ICE Meccanica e AFEMO, un incoming dedicato ai Paesi che stanno maggiormente richiedendo tecnologie, come Indonesia, Algeria, Marocco, Malesia, India, Vietnam e Perù con il coinvolgimento di 30 aziende.

La manifestazione prevede, come sempre, anche aree dedicate quali Cash & Carry, uno spazio che offre opportunità alle aziende di vendere sul pronto, e l’area Tech, che occuperà un intero padiglione, dedicata ai sistemi di lavorazione più tecnologici.

Quest’anno, il contest Premiere, giunto alla sua 29ma edizione, avrà come tema portante l’anello: gioiello carico di significati simbolici e di stile. Le creazioni in gara saranno giudicate da una giuria selezionata, composta da operatori ed esperti del settore della gioielleria, della moda e della comunicazione, presieduta da Beppe Angiolini, presidente onorario Camera nazionale buyer della moda e Art director di Oroarezzo e Gold/Italy.

ADS