30 Settembre 2020

Maison Margiela, si sono alleati con Reebok per creare una sneakers sui generis

Maison Margiela, e il suo direttore creativo John Galliano, si sono alleati con Reebok per creare una sneakers sui generis. Una fusione tra la Tabi, modello icona lanciato nel 1988 da Martin Margiela, e la Instapump Fury, sneaker leggendaria che ha rivoluzionato l’estetica streetwear degli anni ’90. Una collaborazione presentata in occasione della sfilata Artisanal Primavera Estate 2020 ma anche per la collezione Autunno Inverno 2020 insieme al lancio della linea ReCicla. Il nuovo modello esemplifica il percorso contemporaneo della Maison, con un dialogo tra umanità e tecnologia nell’era digitale.

Una creazione che è testimone del nostro tempo. La nuova calzatura abbraccia l’estetica cyber-industriale di Reebok, ma parla il linguaggio della celebre scarpa split toe, simbolo storico del brand che è stato reinventato stagione dopo stagione. Un ibrido che unisce la tomaia e la punta infradito della Tabi e il meccanismo della Pump, una tecnologia di gonfiamento sviluppata nel ’89 che permetteva agli atleti di regolare manualmente il fit della sneaker. Una piccola pompa riempie la camera d’aria (il rivestimento che avvolge la parte superiore) mentre un bottone adiacente lo sgonfia.
Funzionalità ed estetica futuristica. La calzatura si presenta nella versione flat con una suola che riprende il design originale della Retro Fit e nella versione alta invece i codici sono quelli della Insta Pump. La scarpa è disponibile con diverse combinazioni di colori: due modelli colorblock, un modello nero ed uno bianco. Compaiono anche i loghi di entrambi i brand: l’impuntura bianca, distintivo di Maison Margiela, è riposta sul retro della scarpa nella parte superiore, mentre il vettore di Reebok è cucito sul tallone.

 

1 / 16

La co-lab Maison Margiela x Reebok è disponibile dal 23 Settembre in tutte le boutique Maison Margiela e sui siti www.maisonmargiela.com e www.reebok.com