Highsnobiety / Asia Typek / Highsnobiety

Raf Simons ha debuttato nella sua inaspettata rielaborazione dell’Adidas Ozweego nel 2013. All’epoca, le nostre papille gustative non si erano ancora acclimatate alle sneakers grosse, gonfie e gonfiate che ora sono lo status quo. Insieme ad una certa confusione sul modo esatto di pronunciare il nome della scarpa, c’era un’uguale quantità di confusione intorno al suo aspetto. Una mescolanza di pelle liscia, mesh e una robusta unità della suola dalle prestazioni conferivano alla scarpa un aspetto tecnico unico, ma forse erano i nodi gel traslucidi che erompevano dalla tomaia a rendere Raf’s Ozweego degno di una doppia presa.

È difficile trovare molti collegamenti estetici tra l’originale adidas Ozweego e la versione di Raf, a parte il nome. Ma è questa drastica rielaborazione che ha dato a questa scarpa una seconda vita, questa volta crogiolandosi al centro dell’attenzione. La silhouette originale della fine degli anni ’90 non fu mai celebrata, ma Simons portò un rinnovato interesse per Ozweego che nessuno avrebbe potuto prevedere.

Le opinioni su Raf’s Ozweego erano prevedibilmente divise all’inizio; il design non ortodosso era scoraggiante e piuttosto estraneo per alcuni (dicono che essere troppo precoci è tanto grave quanto essere troppo tardi), ma un piccolo gruppo ha abbracciato l’aspetto alternativo prima degli altri. Indipendentemente dal campo in cui ci si siede, l’Ozweego ha aperto senza dubbio le porte, creando uno spazio per altri progetti pesanti da vivere.

Mentre l’Ozweego è stato per prima cosa un leader in questo modo, adidas ha ora trattato la silhouette con un certo grado di compiacimento, semplicemente ripetendo le nuove colorazioni negli ultimi sei anni, ad eccezione della variazione di Ozweego Replicant. Indipendentemente da ciò, le ultime iterazioni di Ozweego hanno fornito pochi motivi per essere eccitati, dato che Raf e adidas sono stati probabilmente lasciati indietro in una categoria che hanno contribuito a definire in primo luogo.

Alcuni progetti eternamente onnipresenti possono rimanere rilevanti per decenni senza essere alterati, come la sedia a conchiglia Eames, la sveglia analogica Braun, o nel mondo delle sneaker, sagome come la adidas Gazelle o la Nike Air Force 1. Tuttavia, sicuramente l’interpretazione di Raf Simons Ozweego era con lo spirito di scuotere le nostre aspettative, in breve, di essere decisamente diverso. Simons ha detto al Wall Street Journal “Ho avuto periodi in cui ho indossato solo Stan Smiths, forse dai 15 anni fino ai 25,” il che spiega il motivo per cui ha lasciato la sua versione della sagoma da tennis immutata, incanalando invece la sua creatività nell’Ozweego . In una certa misura, questo spirito è stato lasciato sul ciglio della strada in favore delle colorazioni Ozweego un po ‘formali che abbiamo visto negli ultimi anni.

L’Ozweego è ancora una scarpa straordinaria che inizialmente sfidava le nostre nozioni su ciò che è “brutto” e “bello”, e le sneakers come la Balenciaga Triple S o la YEEZY 700 di Kanye West probabilmente non esisterebbero senza l’Ozweego, ma è decisamente tempo per qualcosa di nuovo da adidas e l’inimitabile designer belga.