l’architetto Francis Kéré è uno di un numero di creatività che portano il loro talento al deserto del Colorado per l’annuale festival di Coachella . come parte dell’evento, che quest’anno celebra il suo 20 ° anniversario, sono state create una serie di installazioni scultoree su larga scala appositamente commissionate, oltre a una serie di esperienze multimediali coinvolgenti che abbracciano le arti visive, la moda e pratica architettonica.

francis kere coachellaL’installazione di kéré comprende 12 torri colorate con
immagine di lance gerber , per gentile concessione di coachella (anche l’immagine principale)

il festival musicale e artistico di coachella valley , comunemente chiamato coachella , ha presentato un programma diversificato di installazioni di artisti sin dal suo inizio nel 1999. Le opere, di artisti di tutto il mondo, si combinano per creare una “città pop-up” che può essere apprezzato dalla comunità temporanea del festival. le installazioni fungono da punti di riferimento per aiutare a mappare e navigare nel campo, fungendo da punti di raccolta, nonché luoghi di sollievo e riparo dal caldo del deserto.

francis kere coachellale strutture fanno riferimento agli alberi di baobab
dell’immagine burkina faso di lance gerber, per gentile concessione di coachella

L’ installazione di francis kéré comprende 12 torri colorate che fanno riferimento agli alberi di baobab del suo villaggio nativo dell’Africa occidentale di Gando, il Burkina Faso. “Nella mia cultura, il baobab è l’albero più importante”, spiega kéré. “È gigantesco e ha molteplici usi come cibo e medicine. è il luogo in cui ci si riunisce, si celebra e si discute. attrae anche gli animali. è spirituale. naturalmente camminerai verso di esso “.

francis kere coachellail progetto è intitolato ‘sarbalé ke’, una frase che si traduce come immagine ‘casa della festa’
di lance gerber, per gentile concessione di coachella

il progetto è intitolato “sarbalé ke”, una frase che significa “casa di festa” nella lingua nativa di kéré. le strutture, alcune delle quali alte più di 60 piedi (18 metri), sono state rese in colori allegri, mentre le loro ombre forniscono preziosi spazi ombreggiati. la luce è un’altra componente importante. “Nella mia cultura, dove non c’è luce, né elettricità, se vediamo una luce, la osserviamo per un po ‘”, continua Kéré. “Se rimane illuminato, camminiamo verso di esso e ci sarà una festa”.

francis kere coachellaalcune delle torri svettano più in alto di 60 piedi (18 metri)
immagine di lancia gerber, per gentile concessione di coachella

coachella festeggia la sua
immagine del ventesimo anniversario di lance gerber, per gentile concessione di coachella

la “città pop-up” può essere ammirata
dall’immagine temporanea della comunità del festival di lance gerber, per gentile concessione di coachella

le ombre forniscono una preziosa
immagine di spazi ombreggiati di lance gerber, per gentile concessione di coachella

le strutture sono state rese in colori allegri,
immagine di lance gerber, per gentile concessione di coachella

la disposizione delle 12 torri colorate
immagine per gentile concessione dell’architettura kéré

 

 

informazioni sul progetto:

 

title: sarbalé ke, location “the house of celebration”
coachella , indio, USA
tipo di progetto: dimensioni di installazione arte su larga scala
: 200 mq (2.153 sqf)
design: settembre 2018 – dicembre 2018 (inizio – fine)
costruzione: gennaio 2019 – aprile 2019 (inizio – fine)
stato: completato

 

architetto: francis kéré – kéré architecture , berlino, germania
design team: johanna lehmann, kinan deeb, andrea zaia, andrea maretto – kéré architettura, berlino, germania
contribuenti: n’faly ismaël camara, olani ewunnet – kéré architettura, berlino, germania
progetto gestione: johanna lehmann (kéré architecture), raffi lehrer (goldenvoice)
cliente: goldenvoice, los angeles, california, Stati Uniti
costruzione: goldenvoice, los angeles, california, Stati Uniti
project management: raffi lehrer, direttore artistico associato, goldenvoice, los angeles
ingegnere strutturale: kyle morris

DESIGNBOOM