The-Niepoort-in-Lalique-1863-decanter.jpg (1280×720)

Abbiamo vini ordinari e poi abbiamo quelli che fanno il Guinness World Records. A cadere in quest’ultima categoria è il finissimo Niepoort in decanter Lalique 1863 che viene riempito con il porto vintage di 155 anni eccezionalmente raro creato nel 1863 dalla prima generazione Niepoort, Franciscus Marius van der Niepoort e contenuto all’interno di un cristallo Lalique meticolosamente realizzato damigiana decanter.

Di gran lunga non ordinario, il Niepoort di Lalique 1863 ha inciso il record Guinness per essere il vino da porto più costoso da vendere all’asta, dopo che è stato recentemente aggiudicato un incredibile HK $ 992.000 (circa US $ 127.000) alla vendita di Acker Merrall & Condit in Hong Kong. Il vino e il suo contenitore uber-creativo fanno parte della collaborazione esclusiva di Lalique con Niepoort, che ha prodotto cinque caraffe di damigiana, ognuna firmata Lalique, numerata e riempita con il porto vintage di 155 anni eccezionalmente raro, da un originale decanter Niepoort. nella cantina Niepoort a Porto, in Portogallo.

Il decanter in questione è inciso con il nome del suo fondatore, Francisco Marius van der Niepoort e viene definito “Non troppo dolce ma altamente concentrato”. Il suo design riflette l’iconica cera persa o la tecnica della “cera persa” che è stata appresa e tramandata attraverso generazioni di abili artigiani e ancora oggi utilizzata nello stabilimento Lalique in Alsazia. All’inizio dell’anno, il 1945 Romanee-Conti stabilì anche un record per essere il vino più costoso vendendo per $ 785.000 a Sotheby’s, New York.

ADS