Cathédrale presso il Moxy Hotel è l’East Village, il coronamento di New York, che abbraccia lo spirito storicamente vivace e ribelle della controcultura americana.

L’iconico Moxy East Village di New York ha dato il benvenuto all’inaugurazione dell’ultima impresa del Tao Hospitality Group in autunno. Con oltre 286 eleganti camere da letto di design, spazi di co-working e quattro nuovissimi ristoranti, salotti e bar – il Cathédrale è l’ultima gloria del quartiere, abbracciando lo spirito di vibrazione e ribellione storicamente vibrante e ribelle del quartiere della controcultura americana.

Inaugurato all’inizio di settembre 19, il Cathédrale si trova strategicamente nel cuore della cultura rock’n’roll della città, dell’arte rinnegata, dell’attivismo LGBTQ + e dei quartieri immigrati. Caratterizzato da un design d’interni del pluripremiato gruppo Rockwell e dallo studio di architettura e design con sede a New York, Stonehill Taylor – Il Moxy East Village Hotel è una linea temporale verticale concepita, che si ispira al ricco patrimonio punk e alla diversità culturale della zona.

Distribuito su 13 piani, l’interno del Moxy Hotel utilizza l’archeologia urbana e rende omaggio a varie epoche iconiche, passate, presenti e future dell’East Village. Con tre chioschi per il check-in situati nella hall anteriore, questi dispositivi tecnologicamente avanzati sono assemblaggi di oggetti e materiali trovati dell’artista locale Michael Sanzone.

La lobby stessa, con arazzi a strisce che si aggrappano al muro e serpeggiano sul pavimento, alludendo ai graffiti un tempo banali e ai poster incollati al grano che decoravano gli edifici del centro di New York.

Progettate in modo intelligente per massimizzare lo spazio, le Queen Room dell’hotel sono complete di lettini opzionali, mentre le sue camere quadruple a castello includono finestre di grandi dimensioni in stile industriale che vantano viste immacolate sulla Freedom Tower e su altri grattacieli del centro, oltre a un’abbondanza di luce naturale.

Dotate di posti a sedere modulari, una sala riunioni, un angolo bar, un tavolo da pranzo, un’area salotto multimediale e una camera Queen adiacente con un letto unicamente rotondo, le suite ‘Jane’ per l’intrattenimento sono progetti appositamente commissionati dall’artista Xan Padrón, che mostrano fotografie temporizzate degli abitanti di New York City in roaming specifiche località dell’East Village.

Dei quattro grandi ristoranti e bar del Moxy che includono Alphabet Bar & Café, Little Sister e il Rooftop Bar che apre la primavera del 2020, il suo fulcro è il ristorante franco-mediterraneo – il Cathédrale concepito in collaborazione con lo Chef Ralph Scamardella e l’Executive Chef Jason Sala.

Nascosto nel sottosuolo sotterraneo, il Cathédral presenta un design drammatico e scuro in un ambiente pittoresco, accessibile tramite la hall attraverso una scala antincendio. Con alti soffitti di 26 piedi, insegne al neon in stile vintage e una scultura in rete metallica da 20 piedi, intitolata “Fillmore”, sospesa sulla sala da pranzo principale realizzata dall’artista italiano Edoardo Tresoldi.

Offrendo esperienze culinarie sia interne che esterne, il Cathédral comprende una terrazza con tetto a scomparsa e fogliame lussureggiante, oltre a una serie di poster vintage di concerti rock ‘n’ roll esposti in tutta la cucina aperta del ristorante e nelle sale per banchetti.

Serve piatti d’autore ispirati alle iconiche destinazioni internazionali come l’Italia, la Spagna e la Grecia, il Cathédral del Moxy East Village Hotel offre una vasta selezione di cocktail e vini del direttore senior delle bevande Megan Ardizoni e Keith Nelson, vicepresidente della East Region Beverage. Situato sulla 112 East 11th Street, il ristorante apre tutti i giorni per colazione e cena .

Gli ospiti sono incoraggiati a prenotare con un anticipo di 30 giorni e possono aspettarsi di salutare il 2020 con menu festivi appositamente curati e spettacoli dal vivo.

ADS