Questo concetto di volo innovativo su due fronti ha coniato la “flying-V” che abbraccia un approccio completamente diverso alla progettazione degli aeromobili e anticipa un futuro per il volo a lunga distanza sostenibile . aereo di linea olandese KLM contribuirà alla ricerca del team di ingegneria aerospaziale presso l’università tecnologica di Delft ( TU delft ) per rendere questo aeroplano a lunga distanza ad alta efficienza energetica una realtà. la sua forma aerodinamica e il peso ridotto consentiranno di utilizzare il 20% in meno di carburante rispetto agli aeromobili più avanzati di oggi: l’Airbus A350. inoltre, lo spettacolare design a forma di V – che prende il nome dal modello di chitarra gibson – ospiterà la cabina passeggeri, la stiva e i serbatoi di carburante all’interno delle ali.

tutte le visualizzazioni di edwin wallet, studio OSO

l’aeromobile è stato inizialmente concepito dallo studente berlinese Justus Benad durante il suo progetto di tesi come potenziale progetto di aeromobili per il futuro. nonostante la sua forma insolita, l’aereo può essere paragonato all’Airbus A350 – anche se non così a lungo, ‘flying-V’ ha la stessa apertura alare, permettendogli di utilizzare l’infrastruttura esistente negli aeroporti, come cancelli e piste. inoltre, “flying-V” sarebbe in grado di trasportare lo stesso numero di passeggeri – 314 nella configurazione standard – e lo stesso volume di carico, 160 m3.

 

 

internamente, dal design dei sedili e dei bagni, tutto deve essere il più leggero possibile al fine di massimizzare il guadagno di efficienza fornito dalla nuova forma dell’aeromobile. “flying-V” è azionato dai motori turbofan più efficienti in termini di consumi attualmente esistenti. mentre nel suo design attuale, vola ancora sul kerosene, può essere facilmente adattato per fare uso di innovazioni nel sistema di propulsione, come usare turboventole potenziate elettricamente.

“Siamo estremamente lieti di poter collaborare con il nostro partner di fiducia KLM sulla nostra missione congiunta per rendere l’aviazione più sostenibile”, ha commentato il professor henri werij, preside della facoltà di ingegneria aerospaziale presso TU delft . “I progetti di aeromobili radicalmente nuovi e ad alta efficienza energetica come il flying-V sono importanti in questo senso, così come le nuove forme di propulsione. il nostro obiettivo finale è quello di un volo privo di emissioni. la nostra collaborazione con KLM offre un’enorme opportunità per realizzare un vero cambiamento “.

“Negli ultimi anni, KLM si è sviluppata come pioniere della sostenibilità nel settore del trasporto aereo”, spiega il presidente e CEO di KLM Pieter Elbers. ‘lo sviluppo dell’aviazione ha dato un grande contributo al mondo, offrendoci l’opportunità di connettere le persone. questo privilegio è associato a un’enorme responsabilità per il nostro pianeta. KLM lo prende molto sul serio e ha quindi investito in sostenibilità a diversi livelli per molti anni, consentendogli di sviluppare un ampio spettro di iniziative per la sostenibilità. siamo orgogliosi del nostro rapporto di cooperazione progressiva con TU Delft, che si collega bene con la strategia di KLM e serve come una tappa importante per noi sulla strada per il ridimensionamento-up trasporto aereo sostenibile ‘.