La decima edizione del Bif&st-Bari International Film Festival – posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica – si svolgerà dal 27 aprile al 4 maggio 2019 nel Teatro Petruzzelli, nel Multicinema Galleria e nell’appena restaurato Teatro Margherita. Il Bif&st è promosso dalla Regione Puglia, con la collaborazione del Comune di Bari, ed è prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission presieduta da Simonetta Dellomonaco, direttore generale Antonio Parente, RUP Cristina Piscitelli.

Ideato e diretto da Felice Laudadio il Bif&st è presieduto dalla regista Margarethe von Trotta, presidente onorario Ettore Scola (che per molti anni ne è stato il presidente). Il critico cinematografico dell’”Espresso”, Fabio Ferzetti, è il consulente della direzione artistica, Angelo Ceglie è il direttore organizzativo del festival.

Il Bif&st – al quale collaborano l’Università degli Studi, il Politecnico di Bari e Aeroporti di Puglia – si avvale di SIAE quale main sponsor e della sponsorship di: Confindustria Bari e Bat presieduta da Domenico De Bartolomeo; ANCE Bari e Bat presieduta da Beppe Fragasso; Gruppo Menelao di Michele Boccardi; Gruppo Marino/Renauto; Monile/MarioMossa Gioielliere; SAICAF Il Caffè.

Media partner del Bif&st sono RAI (main media partner), Corriere della Sera/Corriere del Mezzogiorno, La Gazzetta del Mezzogiorno, La Repubblica, National Geographic, IlikePuglia. Il Bif&st 2019 sostiene Susan G. Komen Italia – Race for the Cure.

Per festeggiare il decennale del Bif&st verrà montata tutt’intorno al Teatro Petruzzelli, su grandi pannelli, una mostra fotografica sui talents coinvolti nei primi 10 anni fra i quali: Gianni Amelio, Jean-Jacques Annaud, Dario Argento, Pupi Avati, Marco Bellocchio, Andrea Camilleri, Claudia Cardinale, Sergio Castellitto, Liliana Cavani, Cristina Comencini, Costa-Gavras, Pierfrancesco Favino, Sabrina Ferilli, Dante Ferretti, Stephen Frears, Giancarlo Giannini, Fabrizio Gifuni, Valeria Golino, Andrej Končalovskij, Mario Martone, Giuliano Montaldo, Laura Morante, Nanni Moretti, Ornella Muti, Alan Parker, Jacques Perrin, Nicola Piovani, Michele Placido, Sergio Rubini, Toni Servillo, Paolo Sorrentino, Vittorio Storaro, Barbara Sukowa, Bertrand Tavernier, Paolo Taviani, Giuseppe Tornatore, Carlo Verdone, Paolo Virzì ecc.

Un’altra grande mostra fotografica verrà allestita all’interno del meraviglioso Colonnato della Provincia di Bari, sul lungomare, e sarà dedicata alle immagini e ai poster dei film musicati dal M° Ennio Morricone cui nella serata inaugurale del Bif&st 2019, il 27 aprile, verrà conferito il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence. A festeggiare il Premio Oscar Morricone – che ha di recente compiuto 90 anni – interverranno altre tre prestigiose personalità del cinema italiano: i Premi Oscar Nicola Piovani, Gianni Quaranta e Giuseppe Tornatore. L’amministrazione comunale di Bari inoltre, alle 11.15 dello stesso 27 aprile al Teatro Petruzzelli – dopo la proiezione del film di Giuseppe Tornatore La migliore offerta (ore 9.00) – conferirà a Ennio Morricone le Chiavi della Città che da 10 anni ospita il Bif&st. Una seconda mostra dedicata a ”Monsieur Morricone”, curata dal Consolato di Francia a Bari, sarà allestita nel Teatro Margherita.

 

PROGRAMMA DEL BIF&ST 2019 – 27 aprile-4 maggio

Teatro Petruzzelli

Eventi inaugurali e finali

sabato 27 aprile, ore 20.30
NAPOLI CHE CANTA di Leone Roberto Roberti, 1926, 35’. Musiche tradizionali napoletane eseguite dal

vivo da Lina Sastri e dal suo ensemble. Film restaurato dal George Eastman Museum di Rochester, N. Y.

Nella primavera del 2000 la George Eastman House ricevette una lettera da un’anziana signora residente in California. Il suo messaggio scritto a mano faceva riferimento a tre bobine di pellicola in nitrato, apparentemente trafugate alla fine degli anni Venti da un parente italiano nel timore di una rappresaglia da parte di Mussolini. La copia veniva offerta al museo a titolo di donazione. Ma il suo titolo – The Song of Naples – non aveva alcunché di controverso. Perché mai il regime fascista avrebbe dovuto prendersela tanto con un innocuo esercizio di folclore su celluloide? In ogni caso, un’offerta presentata in termini così inusuali non poteva essere rifiutata. Le tre bobine furono inviate alla George Eastman House, e subito identificate: Napoli che canta, per la regia di Leone Roberto Roberti. La copia era tuttavia in condizioni così precarie che non c’era alcuna possibilità di consultarla così com’era, e dovettero passare altri due anni prima che la misteriosa allusione della donatrice diventasse un’ipotesi concreta. All’inizio, il film sembra in effetti un lavoro affascinante ma non certo di carattere polemico: ci sono bellissime immagini (splendidamente virate o colorate al pochoir) di una Napoli che non esiste più, e ci sono scene di musicisti di strada intenti a cantare e suonare. Tuttavia, con il passare dei minuti, il tono delle didascalie diventa sempre più struggente: si dice che i napoletani cantano anche per sopportare la miseria della loro condizione; a un certo punto si afferma addirittura che forse la musica è il loro modo per parlare con Dio. L’ultima sequenza mostra un gruppo di musicisti che salgono su una nave diretta all’estero. Sono costretti a emigrare, e una delle inquadrature finali rivela il profilo di una donna sulla spiaggia, con un bambino in braccio. Guarda lontano, verso quella nave che si sta allontanando per sempre dall’Italia. Ecco dunque quel che avrebbe potuto davvero aver dato fastidio a Mussolini: un film che non celebra una Napoli da cartolina, ma prende spunto dalla tradizione del canto napoletano per evocare un sentimento di protesta contro la condizione dell’Italia del tempo. L’anziana signora che aveva affidato il film alle cure di una cineteca non aveva dunque creato la sua storia di sana pianta, o almeno essa appariva ora meno improbabile. Anche perché quel messaggio dalla California proveniva da una donna di origine italiana di nome Elinor Leone, una discendente del regista, dunque una parente di Sergio Leone.

Paolo Cherchi Usai

sabato 4 maggio, ore 16.00

Altro attesissimo evento speciale sarà la presentazione in world première del restauro curato dalla Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia del film Polvere di stelle di Alberto Sordi, girato in parte a Bari, e in particolare al Petruzzelli, nel 1973. Verrà presentata la versione integrale di 152 minuti filologicamente ricostruita dal direttore della fotografia Beppe Lanci e dall’ingegnere del suono Federico Savina, con la supervisione della Conservatrice Daniela Currò e di Sergio Bruno.

POLVERE DI STELLE di Alberto Sordi con Monica Vitti, Carlo Dapporto, Wanda Osiris, Italia 1973
Una coppia di attori d’avanspettacolo, durante la guerra, coglie qualche successo soprattutto per mancanza di concorrenza. Ma quando la situazione torna a normalizzarsi, le vere stelle hanno successo e i guitti devono vivere di ricordi.

 

Lezioni di cinema e “Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence”

Sei prestigiose personalità del cinema e dell’audiovisivo terranno ogni mattina al Teatro Petruzzelli intorno alle 11.00, al termine di un film da loro diretto, interpretato o prodotto, una Lezione di cinema. A ciascuna delle personalità invitate verrà conferito – in serata di gala al Petruzzelli – il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence, riproduzione in platino del celebre profilo di Fellini disegnato da Ettore Scola:

28 aprile – Paola Cortellesi, attrice e sceneggiatrice – Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani
30 aprile – Roberto Herlitzka, attore, regista – Sette opera di misericordia di G. e M. De Serio
1° maggio – Valeria Golino, attrice, sceneggiatrice, regista – Il colore nascosto delle cose di Silvio Soldini 2 maggio – Roberto Andò, regista, sceneggiatore, scrittore – Una storia senza nome di Roberto Andò
3 maggio – Paolo Del Brocco, amministratore delegato di RAI Cinema – Dogman di Matteo Garrone
4 maggio – Valerio Mastandrea, attore e regista – Non pensarci di Gianni Zanasi

Per Bernardo Bertolucci

Il 29 aprile – ad un anno esatto dalla presentazione in anteprima mondiale al Teatro Petruzzelli, in presenza del regista, della copia restaurata di Ultimo tango a Parigi – verrà ricordato Bernardo Bertolucci con la proiezione di due filmati inediti di Monica Maurer e Stefano Landini e del numero speciale della storica rivista Bianco e Nero, diretta da Felice Laudadio, interamente dedicata al grande cineasta scomparso, con innumerevoli contributi di registi, scrittori, attori e critici cinematografici. Il 28 aprile alle 19 sarà Serge Toubiana, presidente di Unifrance e già direttore della Cinémathèque Française e dei “Cahiers du Cinéma”, a ricordare Bertolucci in una conversazione con Jean Gili al Teatro Margherita.

Tributo a Bruno Ganz
27 aprile, ore 17: IN TIMES OF FADING LIGHT (In Zeiten des abnehmenden Lichts) di Matti

Geschonneck, con Bruno Ganz e Angela Winkler, Germania 2017.

Al grande attore svizzero-tedesco recentemente scomparso sarà dedicato un tributo con la proiezione del film del 2017 di Geschonneck da lui straordinariamente interpretato che si aggiungerà ad uno dei suoi film più recenti, THE WITNESS (incluso nella sottostante sezione “Anteprime internazionali”) che sarà introdotto da un ricordo della sua amica Margarethe von Trotta. A Ganz, che avevamo invitato a tenere una Lezione di cinema, sarà conferito il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence alla memoria.

Le Anteprime internazionali

In questa sezione non competitiva il Teatro Petruzzelli ospiterà, alle 21.00 di ogni giorno, sette film in anteprima italiana assoluta o in anteprima mondiale. Questi i titoli in programma:

  • 28 aprile: NON SONO UN ASSASSINO di Andrea Zaccariello, con Riccardo Scamarcio, Alessio Boni, Claudia Gerini, Edoardo Pesce, Italia 2019 – anteprima mondiale
  • 29 aprile: THE WITNESS di Mitko Panov, con Bruno Ganz, Svizzera-Macedonia-Irlanda, 2018
  • 30 aprile: VAN GOGHS di Sergey Livnev, con Daniel Olbrychski, Russia-Lettonia, UK 2018
  • 1° maggio: BALLOON di Michael Bully Herbig, Germania 2018
  • 2 maggio: SONJA – THE WHITE SWAN di Anne Sewitsky, Norvegia 2018
  • 3 maggio: IL GRANDE SPIRITO di Sergio Rubini, con Sergio Rubini, Rocco Papaleo, Bianca Guaccero, Ivana Lotito, Italia 2019 – anteprima mondiale
  • 4 maggio: PASSEGGERI NOTTURNI di Riccardo Grandi, dal romanzo omonimo di Gianrico Carofiglio, con Claudio Gioè, Nicole Grimaudo, Paolo Sassanelli, Italia 2019 – anteprima mondiale

 

Panorama internazionale

Verranno presentati in concorso al Petruzzelli, alle 16 e alle 18.30, 12 film provenienti da tutto il mondo e presentati al Bif&st in anteprima italiana o internazionale. La giuria internazionale – composta dal critico cinematografico britannico Derek Malcolm (presidente), dallo sceneggiatore e regista Francesco Bruni, dall’attrice Giuliana De Sio, dallo scrittore e regista Salvatore Maira, dalla giornalista e critica cinematografica polacca Grazyna Torbicka – attribuirà i seguenti tre riconoscimenti: Bif&st International Award per il miglior regista – Bif&st International Award per la migliore attrice protagonista – Bif&st International Award per il miglior attore protagonista.

Questi i 12 film inclusi nella selezione:

  • 28 aprile:
    THE BRA di Veit Helmer, Germania-Azerbaijan 2018 SAF di Ali Vatansever, Turchia-Germania-Romania 2018
  • 29 aprile
    MARIGHELLA di Wagner Moura, Brasile 2019 SONS OF DENMARK di Ulaa Salim, Danimarca 2019
  • 30 aprile
    THE WAITER di Steve Krikris, Grecia 2018
    ROSA di Katja Colja, con Lunetta Savino, Italia 2019 – anteprima mondiale
  • 1° maggio
    THE HUMMINGBIRD PROJECT di Kim Nguyen, Belgio-Canada 2018 IRINA di Nadejda Koseva, Bulgaria 2018
  • 2 maggio
    QUEEN OF HEARTS di May el-Toukhy, Daninarca-Svezia 2019 RAFAEL di Ben Sombogaart, Paesi Bassi-Belgio-Croazia 2018
  • 3 maggio
    SEALED LIPS di Bernd Böhlich, Germania 2018 MELTEM di Basile Doganis, Francia-Grecia 2018

    Molti dei film selezionati saranno accompagnati dai registi e dagli interpreti protagonisti che parteciperanno alle conferenze stampa fissate nel giorno successivo alla proiezione. La consegna dei riconoscimenti avverrà nella serata finale del Bif&st, al Teatro Petruzzelli, il 4 maggio.

 

Multicinema Galleria
ItaliaFilmFest – Lungometraggi in concorso

La giuria stabile del Bif&st composta da 9 critici – Francesco Alò (Il Messaggero), Valerio Caprara (Il Mattino), Francesco Gallo (ANSA), Alessandra Levantesi Kezich (La Stampa), Paolo Mereghetti (Corriere della Sera), Franco Montini (presidente SNCCI), Emiliano Morreale (La Repubblica), Federico Pontiggia (Il Fatto Quotidiano e La Rivista del Cinematografo), Silvana Silvestri (Il Manifesto) – ha attribuito i seguenti riconoscimenti scegliendo fra i migliori film italiani dell’anno selezionati dal direttore:

Premio Mario Monicelli per il miglior regista: Matteo Garrone per Dogman
Premio Franco Cristaldi per il miglior produttore: Luca Guadagnino, Marco Morabito & Co. per Suspiria

di Luca Guadagnino

Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto: Mario Martone, Ippolita Di Majo per Capri Revolution di Mario Martone

Premio Luciano Vincenzoni per la migliore sceneggiatura: Maurizio Braucci, Claudio Giovannesi, Roberto Saviano per La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi

Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista: Alba Rohrwacher per Troppa grazia di Gianni Zanasi

Premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista: Alessandro Gazale per Ovunque proteggimi di Bonifacio Angius

Premio Alida Valli per la migliore attrice non protagonista: Marina Confalone per Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis

Premio Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista: Edoardo Pesce per Dogman di Matteo Garrone Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche: Sasha Ring, Philipp Thimm per Capri

Revolution di Mario Martone
Premio Giuseppe Rotunno per il miglior autore della fotografia: Daniele Ciprì per Il primo Re di Matteo

Rovere e per La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi

Premio Dante Ferretti per la migliore scenografia: Dimitri Capuani per Dogman di Matteo Garrone

Premio Roberto Perpignani per il miglior montaggio: Walter Fasano per Suspiria di Luca Guadagnino

Premio Piero Tosi per i migliori costumi: Viorica Petrovici per Menocchio di Alberto Fasulo

Premio Vittorio De Seta per il miglior documentario: Stefano Savona per La strada dei Samouni di Stefano Savona.

I premi della sezione ItaliaFilmFest/Lungometraggi verranno consegnati una sera dopo l’altra dal 27 aprile al 4 maggio al Teatro Petruzzelli. I vincitori – pressoché tutti presenti al Bif&st, ad eccezione di alcuni impegnati nella lavorazione dei loro nuovi film – parteciperanno, prima della proiezione ufficiale al Multicinema Galleria, ad un Focus su… condotto da Franco Montini al Teatro Margherita che ospiterà anche gli incontri con gli autori coordinati da Jean Gili e tutte le conferenze stampa.

 

ItaliaFilmFest – Opere prime e seconde in concorso

Una giuria del pubblico – composta da 30 spettatori selezionati e presieduta dalla scrittrice e sceneggiatrice Lidia Ravera – attribuirà il 3 maggio i seguenti riconoscimenti ai 15 film italiani in concorso prescelti dal direttore artistico fra le migliori opere prime e seconde dell’anno uscite in sala o passate nei festival internazionali entro il 5 aprile 2019: Premio Ettore Scola per il regista della migliore opera prima o seconda; Premio Mariangela Melato per il cinema per la migliore attrice protagonista; Premio Gabriele Ferzetti per il miglior attore protagonista. A questi riconoscimenti se ne aggiungeranno altri due messi a disposizione da Nuovo IMAIE per l’attore e l’attrice rivelazione, dotati di un assegno di 1.000 euro ciascuno. Questi i film opere prime (O.P.) e seconde (O.S.) selezionati:

  • MANUEL di Dario Albertini O.P.
  • DAFNE di Federico Bondi O.S.
  • IN VIAGGIO CON ADELE di Alessandro Capitani O.P.
  • SULLA MIA PELLE di Alessio Cremonini O.P.
  • UN GIORNO ALL’IMPROVVISO di Ciro D’Emilio O.P.
  • LA TERRA DELL’ABBASTANZA di Fabio e Damiano D’Innocenzo O.S.
  • ZEN SUL GHIACCIO SOTTILE di Margherita Ferri O.P.
  • EUFORIA di V aleria Golino O.S.
  • SAREMO GIOVANI E BELLISSIMI di Letizia Lamartire O.P.
  • RIDE di Valerio Mastandrea O.P.
  • IL BENE MIO di Pippo Mezzapesa O.S.
  • RICORDI? di V alerio Mieli O.S.
  • SEMBRA MIO FIGLIO di Costanza Quatriglio O.S.
  • DOMANI È UN ALTRO GIORNO di Simone Spada O.S.
  • C’ È TEMPO di Walter Veltroni O.P.

    Nuovo cinema italiano in anteprima

    In questa sezione non competitiva verranno presentati in anteprima italiana assoluta cinque film di recentissima produzione, fra i quali:

    • LUCANIA di Gigi Roccati, Italia 2018
    • L’AMORE A DOMICILIO di Emiliano Corapi, Italia 2019
    • VADO VERSO DOVE VENGO di Nicola Ragone, Italia 2019
    • BANGLA di Phaim Bhuiyan, Italia 2019
    • IL CORPO DELLA SPOSA (Flesh Out) di Michela Occhipinti, Italia-Francia, 2019.

      Eventi speciali

    • SYMPATHISANTEN di Felix Möller, Germania 2018
    • RAGAZZI DI STADIO QUARANT’ANNI DOPO di Daniele Segre, Italia-Francia 2018
    • GIRO DI BOA di Luigi Faccini e Marina Piperno, Italia 2017-18
    • FERNANDO L’ULTIMO POETA RIVOLUZIONARIO VENUTO DAL SUD di Cosimo

      Damiano Damato, Italia 2019 (cortometraggio sul regista e poeta pugliese Fernando Di Leo)

    • LE MONDE DE PAOLO SORRENTINO di Sandra Marti, Emmanuel Barnault, Francia 2018
    • LE VIETNAM SERA LIBRE di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli, Italia 2018
    • SEGRETARIE. UNA VITA PER IL CINEMA di Raffaele Rago e Daniela Masciale, Italia 2018

 

  • ROTTA CONTRARIA di Stefano Grossi, Italia 2018
  • NOTARANGELO LADRO DI ANIME di David Grieco, Italia 2019

    Al termine della proiezione del film di David Grieco è previsto un concerto del complesso SOBALLERA che ha curato le musiche del film dedicato al giornalista, fotografo, cineoperatore lucano Domenico Notarangelo. I Soballera nascono nel 2005 a Bari dall’incontro tra Stefano De Dominicis (voce e chitarra battente), Francesco Savino (voce e tamburi a cornice), Salvatore Simonetti (chitarre e cupa cupa), Giuseppe Volpe (fisarmonica) e Gianni Gelao (flauti, ciaramella, zampogna, piva e bifara), cinque strumentisti dal diverso background artistico ma accomunati dal desiderio di intraprendere un percorso di ricerca volto alla rilettura della tradizione musicale dell’Italia meridionale, partendo dalla riscoperta di sonorità, stilemi e strumenti legati al mondo contadino.

    BLUMHOUSE RETROSPECTIVE

    Il Bif&st 2019 ospita un’insolita retrospettiva dedicata alla celebre casa di produzione fondata da Jason Blum, organizzata in collaborazione con Universal Pictures Italia. Se l’esperimento otterrà il successo che merita lo ripeteremo anche nella prossima edizione. Questi i film in rassegna:

    ANARCHIA – LA NOTTE DEL GIUDIZIO di James DeMonaco con Frank Grillo, Michael K. Williams, Zach Gilford, Carmen Ejogo, Kiele Sanchez. Titolo originale: The Purge: Anarchy – USA, 2014

    UNFRIENDED di Levan Gabriadze con Heather Sossaman, Matthew Bohrer, Courtney Halverson – USA 2014

    THE VISIT di M. Night Shyamalan con Olivia DeJonge, Ed Oxenbould, Deanna Dunagan, Peter McRobbie, Kathryn Hahn. Titolo originale: The Visit – USA 2015

    SCAPPA – GET OUT di Jordan Peele con Daniel Kaluuya, Allison Williams, Bradley Whitford, Caleb Landry Jones, Stephen Root. Titolo originale: Get Out – USA 2016
    Questo film fu presentato con grande successo al Teatro Petruzzelli al Bif&st 2017 e ottenne 4 nomination e il Premio Oscar 2018 per la migliore sceneggiatura originale ricevendo successivamente altri 146 premi.

    SPLIT di M. Night Shyamalan con James McAvoy, Anya Taylor-Joy, Betty Buckley, Jessica Sula, Haley Lu Richardson. Titolo originale: Split – USA 2017

    AUGURI PER LA TUA MORTE di Christopher Landon con Jessica Rothe, Israel Broussard, Ruby Modine, Rachel Matthews, Charles Aitken. Titolo originale: Happy Death Day – USA 2017

    HALLOWEEN di David Gordon Green con Jamie Lee Curtis, Judy Greer, Will Patton, Haluk Bilginer, Virginia Gardner. Titolo originale: Halloween – USA 2018

 

LA STORIA, LA MEMORIA

Festival Ennio Morricone
in collaborazione con SIAE e Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale a cura di Orsetta Gregoretti e Patrizia Prosperi

Ennio Morricone ha compiuto 90 anni il 10 novembre 2018. Il dono che SIAE, Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia e Bif&st offrono al grande compositore è un vastissimo tributo composto da 42 film da lui musicati (incluso il film d’apertura, La migliore offerta di Giuseppe Tornatore), scelti fra gli oltre 520 titoli della sua immensa filmografia. Al Maestro Morricone – considerato il più importante autore vivente di musiche per film – saranno conferiti il “Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence” e le Chiavi della Città di Bari e gli saranno dedicate due mostre fotografiche.

Questo l’elenco dei film in 35mm programmabili in ragione della qualità delle copie custodite presso la

Cineteca Nazionale del CSC-Centro Sperimentale di Cinematografia, partner fondazione nel 2010:

del Bif&st fin dalla sua

anno durata

1963 82′ 1964 100′ 1965 109′ 1966 121′ 1966 89′ 1966 97′ 1966 126′ 1968 95’’ 1968 95′ 1969 130′ 1970 111′ 1970 97′

1970 115′ 1971 101′ 1971 111′ 1971 111′ 1971 158′ 1971 106′ 1971 125′ 1973 118′ 1973 126′ 1974 111′ 1974 115′ 1975 97′

TITOLO

I BASILISCHI
PER UN PUGNO DI DOLLARI
I PUGNI IN TASCA
LA BATTAGLIA DI ALGERI
UCCELLACCI E UCCELLINI
UN UOMO A METÀ
SVEGLIATI E UCCIDI
GALILEO
GRAZIE ZIA
QUEIMADA
METELLO
L’UCCELLO DALLE PIUME DI CRISTALLO INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO
ADDIO, FRATELLO CRUDELE
LA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISO
IL DECAMERON
GIÙ LA TESTA
L’ISTRUTTORIA È CHIUSA: DIMENTICHI SACCO E VANZETTI
GIORDANO BRUNO
LA PROPRIETÀ NON È PIÙ UN FURTO ALLONSANFÀN
IL SORRISO DEL GRANDE TENTATORE PER LE ANTICHE SCALE

REGISTA

Lina Wertmuller Sergio Leone Marco Bellocchio Gillo Pontecorvo Pier Paolo Pasolini Vittorio De Seta Carlo Lizzani Liliana Cavani Salvatore Samperi Gillo Pontecorvo Mauro Bolognini Dario Argento

Elio Petri
G. Patroni Griffi
Elio Petri
Pier Paolo Pasolini Sergio Leone
Damiano Damiani Giuliano Montaldo Giuliano Montaldo
Elio Petri
Paolo e Vittorio Taviani Damiano Damiani Mauro Bolognini

 

LA DONNA DELLA DOMENICA L’EREDITÀ FERRAMONTI NOVECENTO
VIAGGIO CON ANITA

UN SACCO BELLO
BIANCO ROSSO E VERDONE
LA TRAGEDIA DI UN UOMO RIDICOLO
GLI OCCHIALI D’ORO
UNA PURA FORMALITÀ
SOSTIENE PEREIRA
PASOLINI – UN DELITTO ITALIANO
VITE STROZZATE
I MAGI RANDAGI
LA LEGGENDA DEL PIANISTA SULL’OCEANO MALENA
LA SCONOSCIUTA
BAARÌA

Incontri su Ennio Morricone

Luigi Comencini Mauro Bolognini Bernardo Bertolucci Mario Monicelli
Carlo Verdone
Carlo Verdone Bernardo Bertolucci Giuliano Montaldo Giuseppe Tornatore Roberto Faenza
Marco Tullio Giordana Ricky Tognazzi

Sergio Citti Giuseppe Tornatore Giuseppe Tornatore Giuseppe Tornatore Giuseppe Tornatore

1975 109′ 1976 118′ 1976 315′ 1979 119′ 1980 97′ 1981 109′ 1981 117′ 1987 101′ 1994 111′ 1995 105′ 1995 102′ 1996 109′ 1996 101′ 1998 169′ 2000 108’ 2006 120′ 2009 160′

Si svolgeranno al Teatro Margherita alle ore 19, dal 29 aprile al 4 maggio, alcuni incontri dedicati alla figura e al lavoro di Ennio Morricone con la partecipazione di alcuni dei registi dei film da lui musicati, i cui nomi saranno resi noti alla vigilia del Bif&st 2019.

Il 27 aprile, alle 18.30, Giuseppe Tornatore incontrerà Ennio Morricone per presentare, con Jean Gili, il volume edito da Harper Collins nel 2018: Ennio – Un Maestro.
Una grande lezione di cinema, ma anche una grande lezione di storia. Quella che hanno raccontato nei loro capolavori. Due amici si incontrano e discutono. Discutono del mondo e del loro lavoro, perché non sono soltanto amici, si muovono anche nello stesso universo artistico. Uno realizza cinema, l’altro realizza musiche per il cinema. È così che nascono queste pagine densissime, animate dalle domande di Giuseppe Tornatore, che riportano i suoi lunghi colloqui con Ennio Morricone. Pagine nelle quali il cinema è un tema ed è un pretesto, qualche volta in primo piano, qualche altra sullo sfondo dei loro incontri. Ne parlano, lo affrontano, lo rigirano da ogni parte per capire cosa sia stato, cosa sia oggi e che futuro abbia, lo osservano da cineasti, lo osservano da appassionati, lo osservano anche da spettatori.

In occasione del festival, Poste italiane e il Circolo Filatelico Barese presenteranno il 30 aprile alle 9.30 al Teatro Margherita il francobollo dedicato a Sergio Leone.

 

INTOLERANCE
Una rassegna retrospettiva di 14 film sul tema dell’intolleranza e della violenza Sezione a cura di Giuliana La Volpe

  • INTOLERANCE di David Wark Griffith con Liliana Gish, Mae Marsh, Robert Harron. USA 1916
  • E L’UOMO CREÒ SATANA di Stanley Kramer con Spencer Tracy, Fredric March, Gene Kelly.

    USA 1960

  • THE ELEPHANT MAN di David Lynch con John Hurt, Anthony Hopkins, Anne Bancroft. USA- UK 1980
  • JUNGLE FEVER di Spike Lee con Wesley Snipes, Annabella Sciorra, Spike Lee. USA 1991
  • THE VILLAGE di M. Night Shyamalan con Bryce Dallas Howard, Joaquin Phoenix. USA 2004
  • PRIVATE di Saverio Costanzo con Mohammad Bakri, Lior Miller, Areen Omari. Italia 2004
  • PARADISE NOW di Hany Abu-Hassad con Kais Nashef, Ali Suliman, Lubna Azabal. Palestina- Francia-Germania-Olanda 2005
  • GRAN TORINO di Clint Eastwood con Clint Eastwood, Christopher Carley, Bee Vang. USA 2008
  • MILK di Gus Van Sant con Sean Penn, Emile Hirsch, James Franco. USA 2008
  • LONDON RIVER di Rachid Bouchareb con Brenda Blethyn, Sotigui Kouyaté, Roschdy Zem . Algeria-Francia-UK 2009
  • E ORA DOVE ANDIAMO? di Nadine Labaki con Nadine Labaki, Claude Moussawbaa, Layla Hakim. Libano- Francia 2011
  • 12 ANNI SCHIAVO di Steve McQueen con Chiwetel Ejiofor, Michael Fassbender, Benedict Cumberbatch. USA 2013
  • PHILOMENA di Stephen Frears con Judi Dench, Steve Coogan, Sophie Kennedy Clark. UK 2013
  • TIMBUKTU di Abderrahmane Sissako con Ibrahim Ahmed, Toulou Kiki, Abel Jafri. Francia- Mauritania 2014

 

CINEMA E SCIENZA

L’ACQUA, LA SETE, LE GUERRE con il patrocinio di CNR-INGV-INAF

Sezione a cura di Orsetta Gregoretti e Silvia Mattoni

Si rinnova per il terzo anno, dopo le più che positive esperienze registrate nelle scorse edizioni, il ciclo “Cinema e Scienza” che avrà al centro, nel Bif&st 2019, la fondamentale questione dell’acqua. Verranno presentati sette film. Ciascuna proiezione sarà seguita da un incontro con scienziati e specialisti del CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche; dell’INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; e dell’INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica. Questi i film e gli incontri in programma al Multicinema Galleria 4:

• LA MEMORIA DELL’ACQUA di Patricio Guzmán, 2016, 82’ – 27 aprile, h. 15.15
Con la partecipazione di: Marcella Marconi – Astrofisica, prima donna a dirigere l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte, centro studi internazionale e all’avanguardia che si occupa di guardare all’universo in tutte le sue componenti. Nel 2016 diventa primo ricercatore ed entra a far parte del Consiglio Scientifico dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, il principale ente italiano per la ricerca astronomica da terra e dallo spazio di cui l’Osservatorio di Capodimonte è parte. I suoi interessi scientifici sono strettamente legati allo studio delle stelle: l’asterosismologia, ovvero l’analisi della struttura interna delle stelle pulsanti, le popolazioni stellari, in particolare le stelle variabili che consentono di misurare alcuni parametri cosmologici attraverso la stima delle distanze delle galassie che le ospitano e di comprendere meglio i meccanismi di formazione ed evoluzione stellare e galattica.

• FLOW (PER AMORE DELL’ACQUA) di Irena Salina, 2011, 93’ – 28 aprile, h. 15.15
Con la partecipazione di: Marco Anzidei – Ricercatore Ingv (geologo) e coordinatore del progetto SAVEMEDCOASTS. Finanziato dalla comunità europea attraverso la DG-ECHO (European Civil Protection and Humanitarian Aid Operations), il progetto sta fornendo nuovi scenari sul potenziale allagamento marino fino al 2100 per zone specifiche delle coste del Mediterraneo, supportando gli stakeholders ad affrontare adeguate politiche territoriali. Nel Mediterraneo sono state classificate 163 piane costiere principali, poste a meno di 2 metri al di sopra del livello del mare, che sono maggiormente esposte agli effetti indotti dai cambiamenti climatici, tempeste e tsunami.

• ORO BLU: IL POTERE DELL’ACQUA di Marina Zenovich, 2017, 87’ – 29 aprile, h. 15.15
Con la partecipazione di: Marco Moriondo – Ricercatore presso l’Istituto di Biometeorologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche – Ibimet-Cnr, esperto in cambiamenti climatici legati all’agricoltura, uno dei settori maggiormente esposti alla variabilità climatica. Il suo principale campo di ricerca è incentrato sullo studio modellistico dell’effetto dei cambiamenti climatici sugli ecosistemi agricoli e naturali. In quest’ambito è stato coinvolto in numerosi progetti nell’ambito dei quali ha studiato principalmente l’applicazione dei modelli di circolazione regionale (RCM) e globale (GCM) per la valutazione degli impatti del cambiamento climatico sulle colture agrarie e sul rischio d’incendio. Ha sviluppato nell’ambito del suo gruppo di ricerca metodologie per la stima della produttività agronomica e forestale mediante l’utilizzo di immagini da remote sensing.

 

• LA GLACE ET LE CIEL di Luc Jacquet, con Claude Lorius, 2015, 89’ – 30 aprile, h. 15.15
Con la partecipazione di: Carlo Barbante – Già direttore Istituto per la dinamica dei processi ambientali – IDPA-CNR. Contributo originale alla comprensione dell’evoluzione dell’ambiente, terrestre e marino, inteso come un sistema in equilibrio dinamico determinato da processi fisici, chimici, geologici e biologici. I processi affrontati riguardano una scala molto ampia che comprende quelli locali e quelli che interessano l’intero pianeta come i cambiamenti globali. Ciò richiede studi condotti in varie zone del pianeta diversamente caratterizzate sia da fenomeni antropici che da fenomeni naturali.

• LA SOIF DU MONDE di Thierry Piantanida, Baptiste Rouget-Luchaire, 2012, 91’ – 1° maggio, h.15.15

Con la partecipazione di: Domenico Pignone – Ha diretto l’Istituto di Genetica Vegetale ed è stato direttore del Dipartimento Agroalimentare del CNR. È anche uno specialista di genetica e di biodiversità e ha coordinato le attività sulla biodiversità agraria del Dipartimento Agroalimentare del CNR. Come esperto di biodiversità ha svolto attività di consulenza per il Ministero dell’Agricoltura, per il Ministero dell’Ambiente e per Agenzie Regionali.

• BLU GOLD: WORLD WATER WARS di Samuel Vartek, 2010, 90’ – 2 maggio. h. 15.15
Con la partecipazione di: Desirée A.L. Quagliarotti – Ricercatrice dell’Istituto di studi sulle Società del Mediterraneo (ISSM) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). Laureata in Economia, ha un dottorato di Ricerca in Economia delle risorse alimentari e dell’ambiente. Attualmente è Managing Editor e membro dell’Editorial Board di “Global Environment. A Journal of Transdisciplinary History” ed è assistente di redazione di “Meridiana, rivista di Storia e Scienze Sociali”. La sua attività di ricerca si focalizza principalmente sui paesi della riva Sud ed Est del Mediterraneo e riguarda le seguenti tematiche: ricadute socio-economiche e geopolitiche legate al land e water grabbing; conflitti per lo sfruttamento delle risorse nei bacini idrici internazionali; impatto del cambiamento climatico sulla crisi idrica e alimentare e sui flussi migratori.

• THANK YOU FOR THE RAIN di Julia Dhar, 2017, 87’ – 3 maggio, h. 15.15 Con la partecipazione di: Antonello Pasini –

Fisico climatologo ricercatore dell’Istituto sull’inquinamento

atmosferico del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR-IIA). Responsabile del settore modellistico e docente di Fisica del clima a Roma Tre. Esperto di teoria dei sistemi complessi e di tecniche di intelligenza artificiale, in anni recenti la sua attività di ricerca si è focalizzata sui cambiamenti climatici prestando particolare attenzione allo sviluppo e all’applicazione di tecniche modellistiche in grado di fornire analisi complementari a quelle che si possono intraprendere mediante i classici modelli climatici dinamici. Attivo divulgatore e autore di molte pubblicazioni specialistiche ha vinto il premio per la divulgazione scientifica con il blog Il Kyoto fisso per la rivista “Le Scienze”. Tra le sue pubblicazioni: Effetto serra effetto guerra (Mondadori) nella quale analizza il problema dell’immigrazione e dei conflitti dalla parte del clima. Più il deserto avanza più le ondate

migratorie aumentano. E più cresce il pericolo di guerre.

 

TORTURA DIRITTO CINEMA (dal 29 aprile al 3 maggio, ore18.15, Multicinema Galleria 4)

Promosso dal Dipartimento di Giurisprudenza – Dottorato di ricerca – dell’Università degli Studi di Bari, dall’Ordine degli Avvocati di Bari, dall’Ordine dei Giornalisti della Puglia, il Bif&st 2019 ospiterà un ciclo di 4 film che offriranno lo spunto, in sede di discussione successiva alle proiezioni, per affrontare l’attualissima, tragica vicenda delle torture e delle sevizie inflitte da esseri umani ad altri esseri umani. Questi i temi e i film in programma:

29 aprile – Crimine di tortura commesso in Italia
• SULLA MIA PELLE di Alessio Cremonini, Italia 2018

partecipano: Antonella Gaeta, Pasquale De Sena, Carlo Bonini, Serena Triggiani

30 aprile – Tortura e lotta al terrorismo
• ZERO DARK THIRTY di Kathryn Bigelow, USA 2012

partecipano: Oscar Iarussi, Armando Spataro, Chiara Vitucci, Giuliano Foschini

2 maggio – Crimini di tortura all’estero
• GARAGE OLIMPO di Marco Bechis, Italia-Argentina-Francia 1999

partecipano: Gemma Lanzo, Ignacio Tredici, Michele Laforgia, Micaela Frulli

3 maggio – Crimine di tortura e immigrazione
• STRANGER IN PARADISE di Guido Hendrikx, Paesi Bassi 2016

partecipano: Don Giulio Albanese, Fabrizio Versienti, Giuseppe Morgese, Carmela Ventrella

CINEMA E MEDICINA (sabato 27 aprile, dalle 10 alle 20, Multicinema Galleria 2)

Come già per il Bif&st 2018, anche nella prossima edizione del festival un’intera giornata, sarà dedicata alla proiezione di vari film legati al tema della malattia e della salute con dibattitti e discussioni, con la partecipazione di medici, psicologi, sociologi. A cura del prof. Nicola Laforgia. Questi i film in programma:

  • IL MEDICO E LO STREGONE di Mario Monicelli, Italia 1957
  • UN MEDICO, UN UOMO di Randa Haines, USA 1991
  • HIPPOCRATE di Thomas Lilti, Francia 2014
  • LE INVASIONI BARBARICHE di Denys Arcand, Canada-Francia 2003

    IL LEGAL THRILLER AL CINEMA (domenica 28 aprile, ore 18.15, Multicinema Galleria 1)

    Il legal thriller, inteso come genere letterario, è diventato un must anche della cinematografia, soprattutto americana. Titoli come Orizzonti di gloria, Il verdetto, Codice d’onore, Il mistero von Bulow, Vincitori e vinti, Presunto innocente, Testimone d’accusa fanno certamente parte della storia del cinema. Proiettando spezzoni e scene di questi film Enzo Augusto, dell’Associazione Utopia 2100 che promuove l’evento, li commenta con Gianrico Carofiglio e Michele Laforgia trattando delle tecniche di indagine, fasi di accusa e difesa, interrogatorio e controinterrogatorio, arringhe finali e ruolo delle giurie popolari. Ed infine il verdetto.

 

LABORATORI DI FORMAZIONE

Come ogni anno, da 10 anni a questa parte, verranno organizzati alcuni laboratori intorno ai mestieri del cinema, con la partecipazione di 30 “allievi” per ciascun laboratorio selezionati in base ai C.V. Queste attività (corsi di informazione e formazione ai mestieri del cinema – della durata di 8 giorni – già attivi fin dalla prima edizione) saranno ospitate dal 27 aprile al 4 maggio. Questi i laboratori previsti, due dei quali a Mola di Bari in location messe disposizione dal sindaco della città, Giuseppe Colonna.

  • Laboratorio di scenografia a cura dello scenografo Marco Dentici (Multicinema Galleria 7)
  • Laboratorio di costume a cura della costumista Lia Morandini (Castello Angioino di Mola di Bari)
  • Laboratorio di regia e recitazione a cura del drammaturgo, regista e attore Amedeo Fago (Teatro Van Westerhout di Mola di Bari)

    ATTIVITÀ EXTRA
    Dimostrazione delle potenzialità creative e produttive del cinema interattivo, con la collaborazione della

    Scuola di Cinema del CSC (1° maggio, ore 18.15, Multicinema Galleria 4). MEDIA TALENTS ON TOUR

    Nella mattinata del 29 aprile, dalle 9.45 alle 12.00, Palazzo ex Poste, è prevista la presentazione dei partecipanti e delle attività della Apulia Film Commission al fine di permettere a 10 produttori emergenti, rappresentativi di cinque Regioni, di conoscere al meglio le opportunità offerte dal territorio pugliese in termini di location, iniziative, finanziamenti, e alla Film Commission di conoscere i fabbisogni dei produttori.

    Seguirà nel pomeriggio del 29 e durante la giornata del 30 aprile, la master class di Simona Nobile sulle tecniche di scrittura di un progetto di qualità.

    CHINA INSIGHT

    Nelle giornate del 29 aprile e del 2 maggio sono previsti incontri informativi organizzati dall’Apulia Film Commission con la partecipazione di cineasti e operatori cinesi.

    PRESENTAZIONI LIBRI

    Nel Palazzo ex Poste dell’Università di Bari avranno luogo infine i due seguenti eventi alle ore 11:

    – domenica 28 aprile – Incontro con Francesco Caringella “Lo scrittore e il cinema”
    – venerdì 3 maggio – Presentazione del libro “Sogni da sogni. Studi di letteratura e cinema” di Raffaele Cavalluzzi