Niente traffico, niente temporali, come era successo l’ultima volta a Chantilly, nei pressi di Parigi, che aveva costretto le modelle a sfilare sotto la pioggia. Questa volta Dior sceglie il clima caldo del Marocco per svelare la cruise 2020, che andrà in scena a Marrakech.

Si tratta della prima volta che la storica maison francese organizza un big event come questo nel Paese: una location particolarmente amata da un grande couturier come Yves Saint Laurent, che considerava il Marocco la sua seconda patria e dove disegnò molte collezioni. Proprio nella città marocchina nel 2017 è stato aperto un museo dedicato allo stilista, che insieme al vicino Jardin Majorelle è diventato un’importante attrazione turistica.

La sfilata di Dior si terrà il prossimo 29 aprile, di lunedì: una data che colloca lo show in pole position rispetto a quelli delle altre griffe e crea una discontinuità rispetto al trend dell’anno scorso, che ha portato numerose maison a concentrare i défilé in Francia.

Dopo la collezione disegnata da Maria Grazia Chiuri toccherà a Chanel, che resterà a “casa”, sfilando al Grand Palais di Parigi il 3 maggio, mentre Prada e Louis Vuitton torneranno a New York (altra meta gettonata), con sfilate rispettivamente il 2 maggio e l’8 maggio.

Il 3 giugno toccherà a Max Mara, che invece ha optato per la Germania, mercato clou per il brand, per ambientare la Resort 2020: l’appuntamento sarà in una location ancora top secret a Berlino (nella foto la cruise 2019 di Dior).