Colloquio tra Shinzo Abe e il presidente del Comitato Olimpico Thomas Bach: “La decisione di posticipare i Giochi è totalmente condivisa”

CARL COURT VIA GETTY IMAGES

 

Il primo ministro del Giappone, Shinzo Abe, e il presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Thomas Bach, dopo un colloquio telefonico hanno concordato il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo al prossimo anno a causa dell’emergenza coronavirus. La notizia viene riportata dai media giapponesi. I giochi erano in programma dal 24 luglio al 9 agosto.

“Nelle circostanze attuali e sulla base delle informazioni fornite oggi dall’Oms, il presidente del Cio, Thomas Bach, e il primo ministro del Giappone, Shinzo Abe, hanno concordato che i giochi di Tokyo devono essere riprogrammati a una data successiva al 2020, ma non oltre l’estate 2021, per salvaguardare la salute degli atleti, di tutti i partecipanti ai Giochi olimpici e della comunità internazionale”. E’ la posizione ufficiale del Comitato Olimpico Internazionale in una nota.

La posizione comune riguarda il fatto che “i Giochi olimpici di tokyo possano rappresentare un faro di speranza per il mondo durante questi tempi difficili e che la fiamma olimpica possa diventare la luce alla fine del tunnel in cui il mondo si trova attualmente”. Per questo “la fiamma olimpica rimarrà in Giappone. È stato inoltre concordato che i Giochi manterranno il nome di Giochi olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020″.

ADS