1.Fingal-Exterior.jpg (1280×720)Cosa fanno i viandanti con un debole per gli yacht di lusso? Salpano su uno o invece rimangono in un albergo galleggiante come quello sul Porto di Leith a Edinburg. Costruito sull’ex yacht della regina Elisabetta II, l’eclettico nuovo hotel scozzese è un ex proprietà della nave Northern Lighthouse Board ed è in gran parte ispirato ai fari situati lungo la costa del paese.
1.Fingal-Hyskeir-LuxuryCabin.jpg (1024×719)Cresciuto come Fingal, l’hotel galleggiante vanta 23 cabine – ognuna delle quali prende il nome dai fari di Stevenson che sono stati costruiti dai membri della famiglia di Robert Louis Stevenson. Il suo arredamento include molti tocchi nautici, dalle mappe del mare cucite sulle testate dei letti alle poltrone degli ufficiali radiofonici con la tavolozza dei colori che si accompagna a giochi di erica, borgogna e verdi spolverati. I punti ristoro dello yacht hotel includono uno spazio all’aperto sulla piattaforma, una sala da ballo a cielo aperto e il Lighthouse Bar, dove vengono serviti champagne accanto alle viste panoramiche sullo skyline della città.4.LuxuryDuplexBathroom.jpg (1024×741)Commentando il lussuoso progetto, Andrew Thomson, responsabile dell’ospitalità e degli eventi per Fingal e Royal Yacht Britannia (la società che attualmente gestisce l’hotel) ha dichiarato: “Dopo una vita passata a servire la comunità dei fari e a navigare nei tempestosi mari scozzesi, il ricco patrimonio di Fingal è stata sapientemente tessuta nel suo nuovo design, meticolosamente misurata per seguire la curva della nave per celebrare la sua storia marittima. “Le tariffe al Fingal partono da £ 300 (US $ 382), compresa la colazione.

1.The20Ballroom.jpg (1024×683)