Il negozio di via Montenapoleone di Etro trasformato in un bosco incantato, dove fiori, fate e folletti hanno dato un tocco di magia alle proposte per il prossimo inverno. Un viaggio onirico in un universo fantastico, accentuato dalle maschere che coprivano il volto dei modelli, in un gioco di specchi e rimandi tra la figura metaforica del manichino e l’immagine dell’androide. Dove la sostenibilità ha un ruolo sempre più importante.

Tra il passato (i manichini da secoli al servizio dell’uomo), il presente (il senso di frammentazione della nostra epoca) e un futuro popolato di androidi, animati dall’Intelligenza Artificiale, Kean Etro ammonisce, prendendo in prestito le parole di Yuval Noah Harari: «Dovremmo comprendere meglio le nostre menti, prima che gli algoritmi possano manipolarle».

Forse per questo che la collezione è ispirata al mondo del bosco, riletto in chiave onirica: uno spazio dove ritrovare quella poesia e quella verità che solo uomini in carne e ossa possono davvero capire e apprezzare.

Giacche in tessuto stampato, bomber in seta con lavorazioni jacquard dall’effetto tridimensionale, vestaglie in velluto e blazer sartoriali: gli abiti diventano così tele dove spiccano motivi paisley, fiori e foglie, cortecce di albero, paesaggi notturni, ricami di uccelli variopinti, effetti tridimensionali.

Un universo incantato, declinato in colori caldi,  in cui spiccano elementi della tradizione alchemica, come l’insetto, l’occhio onniveggente e la piramide e che reinterpreta il motivo patchwork, simbolo del riciclo, proponendolo sulla giacca e sul mocassino.

A proposito di riciclo, prosegue il percorso della maison nel mondo della sostenibilità, intrerpretato dalla linea Benetroessere, l’etichetta che da tempo pone l’accento sulla tutela della natura e dell’ambiente.

Ecco le camicie in Tencel, in cotone biologico o canapa, i cappotti realizzati con lana riciclata proveniente da vecchi maglioni o con tessuti ecosostenibili come la fibra di Yak, le maglie in ortica selvatica, il piumino realizzato con 110 bottiglie riciclate in Pet o il denim prodotto con tecnologie a bassissimo impatto ambientale. Perché al risveglio il sogno diventi realtà: un bosco non violato e calpestato, un umanità più autentica.