mercoledì, 17 Luglio 2019
Home ENTERTAINMENT E’ morta Valentina Cortese, l’ultima delle divine

E’ morta Valentina Cortese, l’ultima delle divine

13
Valentina Cortese (Ansa)
Valentina Cortese (Ansa)

Milano, 10 luglio 2019 – Valentina Cortese è morta nella sua Milano all’età di 96 anni. Originaria di Stresa, milanese d’adozione, La Cortese è stata l’ultima delle ‘divine’, ovvero di coloro che sono diventate delle vere e proprie dive a partire dal dopoguerra, come Anna Magnani e Alida Valli. Attrice di cinema e teatro, si ricorda il suo sodalizio – artistico e sentimentale – con Giorgio Strehler al Piccolo teatro di Milano, già alla fine degli anni ’50.

L’ESPERIENZA STATUNITENSE – Una carriera monumentale che, nel 1948, la porta a firmare oltreoceano con 20th Century Fox. L’esperienza statunitense la porta a dividere il set con mostri sacri del cinema come James Stewart, Spencer Tracy, Ava Gardner ed Humphrey Bogart. La Cortese ha raccontato che il suo rimpianto più grande è l’aver dovuto rinunciare, a causa della gravidanza, alla proposta giunta direttamente da Charlie Chaplin per il ruolo di protagonista femminile nel suo film “Luci della ribalta“.

I SUCCESSI ITALIANI – In italia collabora con i grandi registi del tempo: da Blasetti Zeffirelli passando per Fellini. Per la sua interpretazione ne “Le amiche” (1955), diretto da Antonioni, vince il Nastro d’argento come migliore attrice non protagonista.

L’OMAGGIO DELLE ISTITUZIONI – “Oggi ci ha lasciato Valentina Cortese, un vero talento milanese che ha lavorato con i grandi maestri del cinema e del teatro italiano e internazionale, regalandoci opere meravigliose e indimenticabili. La nostra vicinanza ai suoi famigliari e ai suoi cari”. Così, su Twitter, il sindaco Giuseppe Sala ricorda la diva.

“Con la scomparsa di Valentina Cortese lo spettacolo italiano perde l’ultima diva del cinema e del teatro”, commenta Carlo Fontana, Presidente AGIS – Associazione Generale Italiana dello Spettacolo. “Una perdita ancor più dolorosa – conclude Fontana – per il sottoscritto, che ha avuto l’onore di conoscerla e frequentarla sin da giovane”. “Dei tanti ricordi che mi legano alla Cortese – continua -, indimenticabile quello legato alla sua interpretazione nei panni di Ilse ne I giganti della montagna, uno dei suoi maggiori successi in ambito teatrale, un mondo nel quale entrò prepotentemente grazie all’incontro con Giorgio Strehler”.

QN