Lo spot per il quale Dolce e Gabbana hanno dovuto fare pubbliche scuse ha avuto un’altra vittima collaterale. Si tratta della modella, Zuo Ye, che ha scritto sul suo Weibo (il Twitter cinese) delle scuse ufficiali, affermando di aver avuto la carriera “completamente rovinata” dalla parte. Lo racconta il South China Morning Post.

Zuo è una giovane laureata nell’Università della Cina meridionale. Ha scritto di essersi sentita “molto colpevole e piena di vergogna” per quanto è accaduto in seguito. “Personalmente non avrei mai mancato di rispetto alla mia madrepatria. Amo il mio Paese e mi sento orgogliosa di poter rappresentare la Cina nelle sfilate”, ha scritto la ragazza. “Trarrò”, ha aggiunto, “una lezione da questo e mostrerò la Cina sotto una luce migliore. Ancora, chiedo scusa ai miei compatrioti”.

I tre spot in cui ha recitato Zuo hanno provocato un’enorme polemica. Mostravano la modella in difficoltà mentre tentava di mangiare pizza, spaghetti e cannoli giganti con le bacchette. I video sono stati bollati come razzisti e, a peggiorare le cose, è arrivato uno screenshot di un messaggio di Stefano Gabbana in cui si faceva gioco della Cina. Così Dolce e Gabbana sono stati costretti a fare un umiliante video di scuse.

Nella polemica è finita anche Zuo, che è stata criticata violentemente. Sul suo weibo, Zuo ha detto di non essere una figura pubblica e per questo di aver deciso di rimanere zitta mentre infuriava la polemica. E ha lamentato che, nonostante lei pensasse che lavorare con un brand globale sarebbe servito alla sua carriera, in realtà lo spot D&G l’ha “pressoché completamente distrutta”.

ADS