20 Aprile 2021

Church’s collabora con il designer Kei Ninomiya, collezione primavera/estate 2021

Church’s presenta la nuova collaborazione con il designer Kei Ninomiya per la sua collezione donna SS21: Church’sxNoirKeiNinomiya. La capsule collection, presentata durante l’ultima sfilata del marchio tenutasi a Tokyo, offre una lettura contemporanea dei due classici del marchio, le allacciate Shannon e i boots Alexandra. Kei ha dato un taglio personale e distintivo alla loro tradizionale fattura inglese, sostituendo la classica suola in pelle, con un moderno plateau che slancia la silhouette. Le tomaie delle scarpe mostrano, invece, un esercizio stilistico delle tecniche di foratura, arricchita da piccole borchie ed eleganti fiori stilizzati.
 

Church’s per Noir Kei Ninomiya

Le scarpe esprimono leggerezza e positività, in particolare tramite la palette cromatica in cui sono state presentate: dal talco fino al rosa cipria, le colorazioni evocano uno spirito ottimista e onirico, raccontando una storia che guarda al futuro, strizzando al tempo stesso l’occhio alla tradizione artigianale.

Ma chi è Kei Ninomiya? Per chi non conoscesse questo designer giapponese “atipico” ecco delle informazioni importanti. Kei ha un background insolito: Laureato in letteratura francese alla Aoyama Gakuin University di Tokyo, si trasferisce alla Royal Academy of Fine Arts di Anversa perché, dice, «mi piaceva realizzare oggetti con i tessuti, ma non avevo tecnica. Così ho deciso di andare a scuola. Come sono arrivato alla moda non lo so: so solo che amo realizzare cose che prendono la forma di capi d’abbigliamento». Terminati gli studi, finisce a disegnare pattern per Rei Kawakubo (che considera il suo mentore) da Comme des Garçons. Fino al 2012, anno in cui per la prima volta fa sfilare a Parigi Noir Kei Ninomiya, la sua linea di pret-à-portér concettuale e raffinatissima. Il suo talento non passa inosservato anche da noi, in Italia, dove il designer è stato reclutato per il progetto Moncler Genius.

La storia di Church, invece, risale al 1617, quando Anthony Church, un maestro calzolaio, incomincia la produzione di scarpe artigianali a Northampton, in Inghilterra, una cittadina famosa per la produzione di calzature hand-made sin dal medioevo. L’abilità e il titolo di Mastro Calzolaio furono tramandati di generazione in generazione, fino a Thomas Church che fondera’ poi il famoso marchio Church & Co due secoli dopo, nel 1873. Da lì ad oggi è una storia costellata di collaborazioni importanti con altre maison, l’introduzione delle sneakers, la partnership con la squadra di rugby Northampton Saints.

La collaborazione di Church’s con Kei Ninomiya segna le tappe di un percorso importante per entrambi i brand. Da un lato l’eccellenza delle calzature Made in England e dall’altra l’estro punk-chic del talento giapponese, si uniscono, si contaminano, si arricchiscono l’un l’altro di sperimentazione e tradizione.

2 / 2