Il pittoresco ristorante Veronika da 150 posti, progettato da Roman e Williams, è generosamente decorato con murali dipinti a mano e lampadari a più livelli in ottone

Ospitato nella grande sala da pranzo al secondo piano del Museo Fotografiska lungo Park Avenue, il pittoresco ristorante Veronika da 150 posti è stato progettato dallo studio locale Roman e Williams con riferimento a una serie di stili artistici.

Prende il nome dal santo patrono della fotografia, il soffitto alto 20 piedi della Veronika è generosamente decorato con murali dipinti a mano e lampadari a più piani in ottone, mentre l’interno è completamente arredato con sedie in pelle e morbidi banchetti blu.

Serve un’indulgente varietà di cucina classica dell’Europa orientale e francese, il ristorante è apprezzato per il suo caviale osetra e rende omaggio ai caffè di tutto il giorno di Vienna, San Pietroburgo e Budapest, sotto la direzione culinaria esperta dello stimato chef Robert Aikens.

Accolti da murales eterei dell’artista Dean Barger di un paesaggio forestale, il ristorante offre una serie di elementi contrastanti attraverso l’utilizzo sia della terra e ciano toni, che ricordano pittore olandese, teorico e senza dubbio uno dei più grandi artisti del 20 ° secolo, Pieter Cornelis Mondriaan di lavoro iconico.

Alludendo alla relazione storicamente tesa tra l’arte della pittura e la fotografia, il design del ristorante mira a trasmettere l’idea di un’evoluzione intrecciata attraverso diverse forme d’arte – concentrandosi sui primi giorni della fotografia e su come il nuovo mezzo di espressione ha influenzato l’arte tradizionale.

Con sette piani di ripiani per bottiglie di farmacia e un bar in marmo Saint Laurent nero levigato, sostenuto da una vetrata, il Veronika presenta pavimenti in rovere chiaro, sedute in mohair scuro, piani in marmo Rosa Perlino lucido, luci a forma di uovo personalizzate e annerite porte in ottone – creando un’atmosfera di eclettico modernismo e romanticismo.

ADS