lunedì, 17 Giugno 2019
Home NEWS & TRENDS Addio a Grumpy Cat, la gatta star dei social col musetto imbronciato

Addio a Grumpy Cat, la gatta star dei social col musetto imbronciato

26
Grumpy Cat  è morta (Ansa)
Grumpy Cat è morta (Ansa)

Los Angeles, 17 maggio 2019 – La Grumpy Cat, la ‘gatta scorbutica‘ star del web grazie alla sua espressione corrucciata è mortaTardar Sauce, il suo vero nome, aveva 7 anni.

Divenne famosa online nel settembre 2012, quando una sua fotografia, che la ritraeva ancora micina, era apparso su Reddit, un sito di social news e intrattenimento. Negli anni la sua notorietà crebbe, e fu fotografata anche assieme a star del calibro di Stan Lee e Jennifer Lopez. Vera regina dei social, i vip non potevano perdere l’occasione di mostrarsi con la piccola felina, che sul suo profiloFacebook contava 8,5 milioni di follower, in quello Instagram 2,5 milioni e in quello Twitter 1,5 milioni.

Grumpy Cat è morta (Ansa)
Grumpy Cat è morta (Ansa)

La famiglia che l’aveva adottata da piccola, e cui viveva in Arizona, ha pubblicato un commovente comunicato su Twitter: “Abbiamo il cuore spezzato in modo inimmaginabile nell’annunciare la perdita della nostra amata Grumpy Cat”. Il post continua spiegando che il decesso della povera Tardar Sauce è stato causato da complicazioni di un’infezione del tratto urinario. “Oltre a essere la nostra bambina e un’amata componente della famiglia, Grumpy Cat ha aiutato milioni di persone a sorridere in tutto il mondo, anche in tempi difficili. Il suo spirito continuerà a vivere attraverso i suoi fan”, concludono i ‘famigliari’ di Grumpy Cat.

Grumpy Cat

@RealGrumpyCat

Some days are grumpier than others…

117.000 utenti ne stanno parlando

Migliaia i messaggi di condoglianze giunti dai fan, da tutte le parti del mondo, appassionati a quel musetto scorbutico, ma simpatico, di quella gattina dalla esile taglia, entrambe conseguenze di una forma di nanismo felino.

Grumpy Cat è morta (Ansa)
Grumpy Cat è morta (Ansa)

Grumpy Cat è stata anche una gatta milionaria, grazie alle sue immagini trasformate in meme su internet, e agli sponsor, come una nota marca di cibo per gatti, e poi profumi, apparizioni tv, anche nel musical di Broadway ‘Cats’. Inoltre, ormai con il marchio registrato dalla Grumpy Cat Limited, la sua famiglia ottenne un risarcimento nel 2018 di 710 mila dollari, per la violazione dei dirtitti d’autore da parte di una società che aveva sfruttato indebitamente la sua immagine.
QN