Una serata di Gala alla Certosa e Museo di San Martino di Napoli apre ufficialmente la mostra antologica di abiti e disegni rendendo omaggio al talento creativo dello stilista Renato Balestra. Prodotta da Armando Fusco productions e accolta con entusiasmo da Anna Imponente, soprintendente al Polo Museale Campano, e da Rita Pastorelli, direttrice della Certosa e Museo di San Martino, la mostra “Celeblueation” esporrà, dal 30 maggio al 18 giugno, oltre 250 bozzetti, disegni e abiti scelti personalmente da Balestra per mettere in luce l’evoluzione del suo stile durante una lunga carriera costellata di successi.

@renatobalestra

Sarà una esposizione ampliata, della mostra antologica, che rende omaggio al talento creativo di una delle icone della moda Made in Italy, inaugurata lo scorso settembre nel Civico Museo di Domodossola, nell’ambito del festival Domosofia.

Accanto alle opere di De Chirico e De Pisis, sono stati esposti i disegni che Renato Balestra ha realizzato per alcuni classici dell’opera in musica, come La Cenerentola di Gioacchino Rossini, Il Cavaliere della Rosa di Richard Strauss e la Turandot di Giacomo Puccini.

Ora, in occasione dell’allestimento nella Certosa di San Martino, sarà esposta una selezione inedita di opere degli esordi, quando lo stilista adottava uno stile pittorico per dare vita alle sue creazioni. Confermata l’esposizione dell’ultima creazione inedita de Il Lago dei Cigni, per il Teatro dell’Opera di Belgrado, produzione per la quale il maestro ha firmato per la prima volta anche le scene.

Durante la serata inaugurale, organizzata in collaborazione con il Campus Salute, presieduto da Annamaria Colao, professore ordinario di endocrinologia e direttore della UOC di endocrinologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e dalla Fondazione Adastra, presieduta Luciano Lepre, ci sarà anche il concerto dell’orchestra formata dai Professori del Teatro San Carlo di Napoli con le voci del soprano Maria Grazia Schiavo e del tenore Francesco Malapena diretti dal maestro Jacopo Sipari Di Pescasseroli.

“Un omaggio, quello tributato con questo evento al couturier internazionale e alla sua eclettica personalità artistica”, ha commentato Armando Fusco, produttore e organizzatore del progetto, “che dal complesso monumentale partenopeo, illuminato per l’occasione di blu, proseguirà poi al Fortino di Forte dei Marmi dal 04 luglio al 04 agosto 2019, al Castello Miramare di Trieste e alla Fondazione Zeffirelli di Firenze”.